Home Cronaca

14 contagiati, maggiori controlli e cimiteri chiusi al pubblico

20 marzo 2020 – Anche oggi non si registrano novità positive nella nostra città. Il numero dei contagiati è salito a 14 e nonostante l’intensificarsi dei controlli ancora troppa gente si aggira per le strade senza un valido motivo. Il Comune ha così deciso la chiusura al pubblico dei cimiteri comunali con decorrenza immediata e sino al giorno 3 aprile 2020 incluso, garantendo comunque, il ricevimento, l’inumazione, la tumulazione delle salme o delle eventuali ceneri, nonché le attività necroscopico-cimiteriali relative e le attività di pulizia e manutenzione. Nei cimiteri comunali è anche sospesa ogni attività connessa ai servizi cimiteriali di iniziativa privata. Ecco cosa ha scritto questo pomeriggio il sindaco Michela Palestra sul sito del Comune:

Da quanto emerge dai dati resi noti da ATS, dall’inizio dell’emergenza sanitaria ad Arese siamo arrivati a 14 persone contagiate. Nonostante i numerosi richiami a restare in casa, purtroppo, anche oggi sono state troppe le persone in giro senza particolari urgenze, violando le misure contenute nei decreti emessi a tutela dalla salute di tutti e finalizzate al contenimento e alla gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19. 

Proprio per questo motivo sono stati intensificati i controlli da parte delle Forze dell’Ordine. Chiunque venga trovato fuori di casa senza comprovate esigenze di lavoro, salute o necessità inderogabili, sarà denunciato ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale come disposto dal DPCM. È evidente che in un contesto emergenziale come questo, se manca il rispetto delle regole, devono intervenire le Forze dell’Ordine, ma confido ancora nel senso civico dei miei cittadini.

Prima impariamo a rispettare le regole e prima usciremo da questa emergenza

Michela Palestra, Sindaca di Arese

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese