Home Cronaca

Ad Arese il secondo decesso, chiude anche la piattaforma ecologica

21 marzo 2020 – Come era prevedibile, il contagio ad Arese non si arresta, anche se per il momento la velocità con cui cresce il numero delle persone coinvolte è limitata. Oggi si sono registrati due nuovi casi, per un totale di 16, e purtroppo anche il secondo decesso. Ecco la dichiarazione del sindaco Michela Palestra:

Da quanto emerge dai dati resi noti da ATS, dall’inizio dell’emergenza sanitaria ad Arese siamo arrivati a 16 persone contagiate, tra cui purtroppo c’è il secondo decesso. Esprimo il mio più sentito cordoglio. Alla famiglia va tutta la nostra vicinanza e l’abbraccio della Città di Arese.

I numeri non si arrestano, ad Arese come nel resto d’Italia. Per contenere il contagio, il Ministero della Salute ha disposto ulteriori misure urgenti per contenere il contagio valide dal 21 al 25 marzo, che vi invito nuovamente a seguire. 

Vi informo di aver disposto anche la chiusura al pubblico dei cimiteri comunali e la sospensione del mercato settimanale con decorrenza immediata e sino al giorno 3 aprile 2020 incluso. Fino a nuove disposizioni resteranno chiuse anche le Piattaforme Ecologiche e i Centri di Raccolta dei Comuni Soci di Ge.Se.M S.r.l.

Tutte queste misure sono necessarie per contenere il diffondersi dell’epidemia e limitare i contagi.

A voi, ancora una volta, rinnovo l’invito a restare in casa, se non per reali esigenze”.

Michela Palestra, Sindaca di Arese

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese