Home Cronaca

Adp e commercio locale: anticipati 2,5 milioni

06 ottobre 2014 – L’amministrazione aresina ha approvato lo schema di azioni a sostegno dell’economia locale, il cui finanziamento parziale, per un valore complessivo di 2,5 milioni di euro, rientra in quanto previsto dall’Accordo di Programma per l’area ex Alfa. Un’iniziativa analoga è stata presa anche da Lainate, l’altro Comune coinvolto nell’Adp. Le azioni individuate, per le quali nelle prossime settimane dovrà essere definito l’esatto cronoprogramma, sono sei. La prima di queste riguarda le zone commerciali naturali individuate dal Pgt all’interno della nostra area urbana, che beneficeranno di interventi a favore di progetti di sviluppo e della loro realizzazione per un valore complessivo di 1,8 milioni di euro. Per le micro e piccole imprese non commerciali sono previsti, invece, incentivi per 300 mila euro, mentre 200 mila euro saranno destinati al sostegno della rete commerciale dei negozi di vicinato.

I commercianti che, invece, sceglieranno di spostare la propria attività presso il futuro centro commerciale disporranno di contributi pari a 50 mila euro, la stessa cifra stanziata per coloro che intraprenderanno iniziative ed eventi finalizzati alla valorizzazione del territorio e delle attività commerciali. Alla predisposizione di un piano di sviluppo territoriale volto al reinsediamento delle attività d’impresa nelle aree industriali saranno, infine, destinati 100 mila euro, co-finanziati con il Comune di Lainate. “Si tratta – commenta l’assessore con delega all’Adp, Giuseppe Augurusa – di un intervento imponente, calato nell’economia locale attraverso interventi a progetto, bandi di gara e contributi di scopo, consapevoli del momento difficile che le attività d’impresa, soprattutto commerciali, affrontano nella lunga fase di stagnazione dei consumi”.

La novità di rilievo rispetto a quanto già sancito dall’Adp è che l’amministrazione è riuscita a ottenere un anticipo sui contributi rispetto a quanto originariamente previsto: “Abbiamo richiesto e ottenuto – conferma Augurusa – l’anticipazione a fine 2014 di quota parte dei 4,5 milioni di euro che erano già previsti nell’atto unilaterale d’obbligo a carico dell’operatore Tea, ma che sarebbero stati erogabiti solo all’apertura del centro polifunzionale. In questa maniera disponiamo quindi di risorse utili all’innovazione delle imprese esistenti, all’ammodernamento delle infrastrutture, al reinsediamento di nuovo lavoro. Nelle prossime settimane apriremo una fase di ascolto delle associazioni dei commercianti e di tutti quegli interlocutori istituzionali che, a vario titolo, operano sui settori interessati dai provvedimenti al fine di identificare criteri e modalità più rispondenti alle reali esigenze”.

L’accordo con l’operatore è accompagnato dal protocollo d’intesa sottoscritto tra i sindaci di Arese e Lainate: “Per la nostra area – conclude il sindaco Michela Palestra – quanto concordato rappresenta un’importante opportunità, un modo concreto per supportare il commercio e l’impresa locale in un momento difficile e sostenerlo prima che le grandi trasformazioni del nostro territorio abbiano inizio”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese