Home Cronaca

Adp: le osservazioni di Difendiamo Arese

10 luglio 2012 – Anche il Comitato Difendiamo Arese ha inoltrato a Regione Lombardia le proprie osservazioni alla Vas (Valutazione Ambientale Strategica) per l’Adp che si andrà a discutere il prossimo martedì 17 luglio. In generale quello che Difendiamo Arese chiede è una revisione complessiva del progetto, secondo linee che vengono definite “più coraggiose e più qualificanti, sia per la Regione Lombardia, sia per la Provincia di Milano, sia per i Comuni dell’area”. Il Comitato come possibilità cita quelle di realizzare il Polo della Mobilità sostenibile, la Città dello Spettacolo, la Cinecittà del nord, in un progetto che generi opportunità vere di lavoro e allo stesso tempo anche un miglioramento dell’ambiente e delle possibilità di mobilità delle persone. Come si diceva, oltre alla revisione radicale del progetto, il Comitato Difendiamo Arese ha comunque presentato a Regione Lombardia una serie di osservazioni finalizzate a migliorare quello esistente: “Se il progetto in questione dovesse essere realizzato – dicono dal Comitato – ne chiediamo almeno la correzione nel senso di un maggior rispetto dell’ambiente, del poco territorio non ancora consumato e, in ultima analisi, della salute dei cittadini”.

E i punti sui quali intervenire sono sette. Il primo riguarda le aree destinate a verde, che il Comitato chiede siano in quantità almeno doppia rispetto a quelle attualmente previste. La seconda richiesta è che non venga realizzato il tratto di strada che si sviluppa dalla bretella di collegamento esistente tra Arese e Terrazzano, lungo un corridoio parallelo alla A8/A9, fino ad intersecare la Via per Passirana in corrispondenza dell’attuale svincolo di Arese con uno sviluppo di circa 2 km, e insieme che non sia realizzato il raccordo di circa 0,360 km che lo collega con la Via Sempione in Arese. Terzo punto, che al posto della strada sia realizzata una tramvia veloce che colleghi Arese con la stazione di Rho Fiera. Sempre in termini di viabilità, Difendiamo Arese chiede che il sovrappasso sull’autostrada A8, previsto nel tratto di strada tra via della Santa a Rho e via Arese a Terrazzano, sia sostituito con un sottopasso.

Anche il quinto punto ha a che fare con la viabilità e il verde, con il Comitato che chiede che il parcheggio per tremila auto, previsto sul territorio aresino nell’ambito degli interventi relativi a Expo 2015, non sia realizzato su terreni oggi agricoli, per di più inclusi nel Parco delle Groane. Nelle osservazioni di Difendiamo Arese non può mancare quella che chiede la riconsiderazione dell’opportunità del centro commerciale previsto ed eventualmente delle sue dimensioni, tenendo conto della prevedibile area d’attrazione dello stesso e dei conseguenti impatti sul traffico, congestione stradale e inquinamento. La settima e ultima osservazione chiede che venga fatta una valutazione più precisa e scrupolosa degli impatti ambientali negativi prodotti dalla realizzazione dell’Adp, e che questa sia basata su parametri quantitativi e non qualitativi, come quella attuale.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.