Home Cronaca

Ai domiciliari commissario Pdl di Arese

10 ottobre 2012 – Una nuova vicenda giudiziaria, pur se in maniera apparentemente indiretta, vede il coinvolgimento di Arese. Questa mattina è, infatti, finito agli arresti domiciliari Alfredo Celeste, commissario della sezione cittadina del Pdl. Celeste, che è anche sindaco di Sedriano e per il quale i Pm di Milano ipotizzano il reato di corruzione, è stato fermato nell’ambito dell’indagine che ha al suo centro l’assessore della Regione Lombardia Domenico Zambetti, accusato di avere dato soldi alla ‘ndrangheta in cambio di voti. Secondo i magistrati milanesi Celeste avrebbe, invece, tentato di favorire l’imprenditore Eugenio Costantino affinché questo ottenesse due lavori per le sue imprese. Il coinvolgimento di Celeste ci sarebbe stato proprio a causa di Costantino, che era intercettato e che nel corso di un colloquio telefonico avrebbe fatto il suo nome. Giorgio Bonamassa, l’avvocato dell’esponente del Pdl, sostiene che le accuse sono completamente infondate, come dimostrerebbe il fatto che nessuno dei presunti favori a Costantino è andato in porto.

Celeste, che oltre a essere sindaco di Sedriano è anche vice-coordinatore provinciale del Pdl di Milano, era stato nominato, con Luca Proietto, commissario della sezione aresina del Pdl a inizio luglio. Il commissariamento della sezione avvenne su esplicita richiesta dell’allora segretario Massimo Cormanni che, dopo le elezioni, aveva sollecitato il coordinamento provinciale a prendere questa iniziativa.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.