Home Cronaca

Alzheimer: il Comune avvia un percorso di supporto

11 maggio 2017 – Il prossimo autunno partirà il progetto Alzheimer café di Arese presso la Casa di Riposo Gallazzi Vismara. Presentato alla cittadinanza il marzo scorso, il progetto si inserisce all’interno di un percorso promosso da Auser Regione Lombardia e sostenuto dai Comuni del rhodense, con il supporto tecnico dei professionisti del Centro Alzheimer dell’Ospedale di Passirana. Preliminarmente al progetto vero e proprio, il Comune ha organizzato lo Sportello Alzheimer, dove volontari orienteranno le famiglie interessate al percorso.

La finalità della proposta è quella di affiancare e supportare le persone affette dal morbo di Alzheimer e le loro famiglie, con l’Alzheimer cafè che sarà un luogo in cui persone esperte, con il supporto di  volontari, potranno sostenere il rapporto di cura in un clima disteso e piacevole, contribuendo così ad alleggerire lo stress familiare dovuto alla gestione del malato.

Se il progetto vero e proprio prenderà il via in autunno, già dal 15 maggio, e fino a fine giugno, sarà condotto un importante lavoro preliminare a cura di un gruppo di volontari. Al progetto hanno infatti aderito un numero significativo di aresini che, dopo avere sostenuto un percorso di formazione, e in stretta collaborazione con gli specialisti dell’Ospedale di Passirana, i Servizi Sociali del Comune di Arese e la Casa di Riposo Gallazzi Vismara, si metteranno a disposizione anche per gestire lo Sportello Alzheimer cafè, a partire dal 15 maggio fino a fine giugno.

Lo Sportello costituisce la prima fase di avvio del progetto e si prefigge lo scopo di fornire informazioni alle famiglie interessate alla proposta dell’Alzheimer cafè e raccogliere prenotazioni e adesioni, che verranno poi valutate dagli specialisti per poter costituire il gruppo più idoneo a beneficiare degli incontri dopo la pausa estiva. Dal 15 maggio al 28 giugno 2017 i volontari saranno dunque disponibili il lunedì mattina, dalle 10.30 alle 12.00, al numero 02-93527203, per informazioni telefoniche, e il mercoledì pomeriggio, dalle 17.00 alle 18.30, presso la Casa di Riposo Gallazzi Vismara, per colloqui.

L’esperienza di Arese affiancherà quella già in corso a Pero e a Settimo Milanese e quella parallela in fase di avvio nel Comune di Cornaredo, con il quale è stato condiviso il percorso di formazione dei volontari. La sfida dei Comuni è quella di creare una rete di Alzheimer cafè che possano rispondere ai bisogni delle famiglie, quale ulteriore via terapeutica alle cure sanitarie.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese