Home Cronaca

Amianto: difficile riaprire Pellico a settembre

24 luglio 2012 – E’ più che probabile che la scuola secondaria di primo grado Silvio Pellico di via Col di Lana, interessata da interventi di manutenzione straordinaria, durante i quali era stata riscontrata presenza di amianto (leggi qui), non riaprirà in tempo per l’inizio del nuovo anno scolastico. Quelli che in un primo momento dovevano essere semplici lavori di ristrutturazione, si sono infatti complicati con il ritrovamento di amianto all’interno della pavimentazione quando, una volta rimossa, questa era stata sottoposta alle analisi necessarie per il conferimento dei materiali in discarica. “Allo stato attuale – comunica il Comune – si stanno valutando diverse soluzioni tecniche di intervento che possano fornire le più idonee garanzie per consentire una consegna dell’edificio alla Direzione Scolastica nella piena garanzia di sicurezza e salubrità dell’intero stabile”.

Soluzioni che però non potranno essere a breve termine, con l’amministrazione che sta quindi mettendo a punto un piano di azione in vista dell’inizio del prossimo anno scolastico: “Nei prossimi giorni verrà concordato un programma definitivo di azione che permetterà di stabilire tempi e modalità per la completa sistemazione dell’edificio scolastico e contemporaneamente individuata la necessaria logistica inerente il probabile spostamento delle attività scolastiche in strutture idonee a partire dal nuovo anno scolastico. I tempi tecnici necessari per i lavori infatti non potranno essere limitati all’esclusivo periodo estivo di chiusura della scuola, ma necessariamente richiederanno un periodo superiore ad esso. Fermo restando la volontà di porre come priorità assoluta la sicurezza e la salute dei cittadini, e in particolare degli studenti e del personale scolastico, è impegno dell’Amministrazione Comunale, in stretta collaborazione con la Direzione Scolastica, aggiornare la cittadinanza sugli sviluppi di tale problematica nei prossimi giorni”. Al di là dei tempi necessari per la sistemazione della Silvio Pellico, il Comune sottolinea come la presenza di amianto nelle pavimentazioni non abbia mai messo a rischio la salute di studenti e personale docente e non docente che negli anni hanno frequentato la scuola. Dalle analisi effettuate, infatti, l’amianto è risultato presente solamente nel collante utilizzato per la messa in posa delle piastrelle e quindi ben fissato e senza nessuna possibilità di circolare nell’ambiente.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.