Home Cronaca

Amianto: pubblicati i risultati della analisi

26 aprile 2013 – L’amministrazione comunale ha reso noti i risultati delle analisi condotte per valutare la presenza di amianto nelle scuole aresine. La mappatura era stata affidata, nell’ottobre 2012, a una società specializzata, che aveva prelevato campioni nei diversi plessi scolastici di Arese. In base ai risultati di queste analisi, l’amianto risulta completamente assente alla Don Gnocchi, mentre è presente solo nel sottostrato di colla alle primarie Pascoli, Europa Unita (piscina compresa) e Da Vinci. L’amianto è stato, invece, trovato sia nel sottostrato di colla che nel pavimento in linoleum agli asili Rodari, Peter Pan, Arcobaleno e Aquillone. Per quanto riguarda, infine, la palestra della Pellico, l’amianto è stato rilevato nella parte centrale del tetto, che è realizzato in lastre di cemento amianto, ovvero il famigerato Eternit. Secondo quanto rende noto il Comune, l’interpretazione dei risultati inerenti la valutazione del “rischio da esposizione ad amianto” è stata effettuata sulla base della tabella (che individua 6 zone) annessa all’algoritmo VERSAR (che è una metodologia ammessa da legge per effettuare la suddetta valutazione). Essa fornisce i limiti di tempo entro i quali intervenire, a seconda dello stato del materiale contenente amianto.

In base a questa valutazione dei risultati delle analisi, il Comune sostiene che non sussiste alcuna forma di pericolo immediato conseguente alla frequenza scolastica e l’intervento di rimozione non è ritenuto urgente. Nel dettaglio si apprende che i risultati relativi agli asili Rodari, Aquilone, Arcobaleno e Peter Pan (parte vecchia) ricadono nella zona 3 della tabella, che prevede una Rimozione programmata. La rimozione può essere affrontata nell’ambito dei programmi di manutenzione e ristrutturazione dell’edificio. L’amministrazione ha quindi annunciato che intende intervenire per la sostituzione delle pavimentazioni in queste scuole nel periodo di chiusura estiva. I restanti plessi scolastici monitorati sono classificabili nella zona 6 della tabella, dove non è prevista Nessuna azione immediata. Rilascio di fibre improbabile. Non occorre attuare alcun intervento, in quanto l’amianto è presente essenzialmente nella colla e quindi ascrivibile ad amianto confinato.

La situazione più critica è dunque quella del tetto della palestra della Pellico, la cui parte centrale è realizzata in Eternit. In base a quanto prescrive la tabella, gli interventi di bonifica devono essere effettuati entro tre anni. L’amministrazione comunale si è comunque impegnata a realizzare l’intervento già nei prossimi mesi. Per tutti gli altri plessi scolastici presenti sul territorio sono in fase di definizione le procedure per la pulizia dei pavimenti e per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle pavimentazioni. Per quanto riguarda i licei, la gestione degli edifici è di competenza della Provincia e i relativi interventi risultano avviati dalla Provincia stessa.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.