Home Cronaca

Arese piange un’altra vittima, ma i numeri del contagio sono in costante miglioramento

28 maggio 2020 – La situazione complessiva ad Arese è in evidente miglioramento, anche se purtroppo in questi giorni è venuto a mancare un altro degli ospiti della Casa di riposo Gallazzi Vismara. Con questo decesso le vittime totali ad Arese sono arrivate a 36. Il portale di ATS (Azienda per la Tutela della Salute) della Città Metropolitana di Milano segnala anche un nuovo contagio. Da quando l’epidemia è iniziata, ad Arese si sono registrati 180 casi totali.

La buona notizia è che, con l’aumento delle persone guarite, quelle attualmente positive al Coronavirus sono scese a 66: una settimana fa erano 74. Anche il numero delle persone sottoposte a restrizioni di movimento è notevolmente calato, passando dalle 117 di giovedì scorso alle attuali 89. 

Ecco cosa ha scritto il sindaco Michela Palestra sui canali istituzionali del Comune di Arese:

Il portale ATS riporta i seguenti numeri:

  • casi totali: 180
  • decessi: 36
  • guariti: 78
  • ricoverati: 1
  • persone in quarantena, cioè con limitazioni allo spostamento: 89, che comprende sia casi accertati sia persone che sono state a contatto con casi accertati e quindi sono sottoposte preventivamente a quarantena fiduciaria. 

Si registra un nuovo contagio e purtroppo è venuta a mancare un’altra persona tra i ricoverati presso la RSA Gallazzi Vismara. Alla famiglia vanno le nostre più sentite condoglianze.

Ricordiamo che l’unica forma di prevenzione resta quella di limitare i contagi. Continuiamo ad adottare comportamenti responsabili e agiamo con prudenza. Indossiamo sempre la mascherina e manteniamo il distanziamento fisico.

La collaborazione di tutti è fondamentale per vincere questa battaglia.

Anche Arese è ricompresa nella campagna di indagine sierologica nazionale per acquisire informazioni sul Covid 19 e far emergere anche gli asintomatici, che rappresentano la “parte sommersa dell’iceberg”. La Croce Rossa contatterà telefonicamente (da un numero che inizia con 06 5510…) le persone che sono state estratte dai registri dell’ISTAT per costituire il campione rappresentativo del nostro territorio. Si tratta di un semplice test, che è fondamentale per la nostra salute e per la ricerca, quindi vi chiedo di partecipare e fornire risposte preziose ai medici e ai ricercatori che sono impegnati nella lotta all’epidemia.

Michela Palestra, sindaco di Arese

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese