Home Cronaca

Arese, salesiani e Barabba’s salutano Angela

23 gennaio 2015 – Giovedì pomeriggio pioveva e forte. Sembrava che anche il cielo non volesse accettare l’incredibile e brutta realtà, offrendo una giornata uggiosa e triste. Tanta, tanta gente al suo funerale che si è incamminato per via Matteotti, fino a Maria Aiuto dei Cristiani. Angela Villa Giuggioli si è spenta il 19 gennaio, nella sua villetta nel Centro salesiano. Per oltre vent’anni, insieme al marito Massimo, ha regalato il sole a decine di ragazzi, aiutandoli a diventare grandi, a costruirsi un futuro, a essere felici nel tempo e nell’eternità. Aveva appena 51 anni. Era sposata da venticinque anni con Massimo Giuggioli, precedente presidente dell’associazione ed era mamma di tre figli. Angela Villa Giuggioli era soprattutto mamma di tutti ragazzi accolti nella comunità familiare La Villetta e dei “barabbit” trasformati in splendidi clowns. Barabba’s Clowns di Arese è un’associazione nata da un lavoro di ricerca teatrale cominciato presso il centro salesiano S. Domenico Savio di Arese e casa di accoglienza per ragazzi e giovani in difficoltà. Associazione che opera nella convinzione che il teatro sia un formidabile mezzo di comunicazione, un modo di dare ad altri la gioia di vivere e di essere liberi.

Uno dei suoi barabbit la notte scorse scriveva “Oggi i clowns hanno pianto ma dentro hanno riso, hanno riso per i ricordi e i momenti che abbiamo passato con te, che non dimenticheremo mai grazie di tutto Angela, punto di riferimento molto importante per la tua famiglia, i tuoi figli, i ragazzi della villetta trattati come se fossero i tuoi figli e anche per me lo sei stata, ci mancherai tantissimo e stasera eravamo in tanti a trovarti e salutarti ed è stato un momento speciale per tutti. Eri molto importante per noi Barabba’s Clowns… Ciao Angela, quando faremo uno spettacolo te lo facciamo sapere così ci vieni a trovare”. Un altro ragazzo ha scritto: “Non sei mia madre ma è come se lo fossi, non mollare, fallo per tutti quello che ti vogliono bene… io ho bisogno ancora dei tuoi insegnamenti!”.

Il suo sorriso, oltre ad emanare tanta simpatia, dava la forza a tanta gente e non solo ai ragazzi del centro salesiano. Probabilmente ora è già là, in un’altra dimensione, ad aiutare, a dare il sole ad altri ragazzi ed altre persone: in questo, Angela, era imbattibile. Ciao, Angela, ciao. Non ti dimenticheremo mai. (Jolly – foto dal sito Barabba’s)

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese