Home Cronaca

“Aspettando il Natale” e i suoi “Sapori”: una festa lunga tre giorni

13 dicembre 2016 – Arese si prepara per la sua ultima grande festa pubblica del 2016. Il prossimo fine settimana saranno numerosissime, infatti, le iniziative di “Aspettando il Natale”, una tre giorni di allegria che vedrà protagonista soprattutto il cibo. In piazza 11 settembre è prevista la presenza delle bancarelle specializzate in “street food”, mentre in piazza Carlo Alberto Dalla Chiesa ci sarà spazio per i “laboratori del cioccolato”. In occasione della festa torna anche l’iniziativa del percorso eno-gastronomico in via dei Caduti: la Vineria delle Corti, il Piccolo Principe e il QuiArese TechCafé ripropongono un appuntamento in tre tappe. Questa volta, visto anche il clima prettamente invernale, il tutto si svolgerà in occasione del pranzo invece che della cena: “Sapori di Natale”, tra le 12.00 e le 15.00 di domenica 18 dicembre, partirà dalla Vineria per un ricco aperitivo accompagnato da panettoncini gastronomici, per poi proseguire al Piccolo Principe dove si potrà pranzare con gnocchi di zucca in salsa al parmigiano o con mezzi rigatoni all’amatriciana. Gnocchi e pasta sono fatti in casa.

Per chiudere degnamente il pranzo ci si sposterà poi al QuiArese TechCafé dove si potrà gustare il tradizionale panettone artigianale milanese (in alternativa il pandoro) accompagnato da un bicchiere di ottimo moscato. L’intero percorso viene proposto ancora una volta a 19 euro a persona. Le prenotazioni con pre-vendita, consigliatissime visto il successo dei “Sapori d’autunno” proposti a novembre, si possono fare in uno qualsiasi dei tre locali. Per maggiori informazioni potete chiamare il numero 02 78626850.

“Aspettando il Natale”, vedrà poi anche bancarelle con prodotti nostrani e animazione pomeridiana con “Evento Rap” presso il centro commerciale Giada sabato 17. Domenica la festa sarà estesa anche alle vie Roma e Col di Lana (bancarelle e animazione) e a via degli Orti, via Caduti e via Mattei (bancarelle, animazione ed esposizione di vetture “elaborate”). Il tutto in un programma ricchissimo che farà di questa iniziativa l‘evento più sfolgorante del 2016.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese