Home Cronaca

Attenzione ai finti tecnici dell’acqua

26 febbraio 2013 – A seguito di recenti episodi di frode ai danni di cittadini da parte di truffatori che si sono spacciati per tecnici di Amiacque, le aziende del Gruppo Cap hanno inoltrato ai Comuni serviti e agli organi di comunicazione una nota nella quale specificano che tutti gli incaricati che si presentassero a nome di Amiacque sono tenuti a esibire sempre il tesserino di riconoscimento dell’azienda. La società conferma anche che in nessun caso i suoi incaricati possono riscuotere denaro e che il pagamento delle bollette non può avvenire presso il domicilio dell’utente. Le uscite dei tecnici di Amiacque, inoltre, sono programmate in anticipo e sono puntualmente segnate nel sito della società (clicca qui) in homepage nella sezione Comunicazioni agli utenti. In caso di dubbi sulla reale identità di chi si presenta a nome di Amiacque, i cittadini potranno anche verificare l’effettiva presenza di personale tecnico nella propria zona chiamando il numero verde 800 428 428.

“Il Gruppo Cap – commentano dalla società – condanna questi atti che, oltre ad essere veri e propri reati, danneggiano l’immagine delle aziende che da oltre 80 anni operano sul territorio per offrire a due milioni di cittadini un servizio efficiente e di qualità, attraverso l’impegno e la professionalità di tutti i dipendenti che ogni giorno lavorano con serietà e attenzione. Le aziende del Gruppo Cap invitano a diffidare di chi, fingendosi incaricato di Amiacque, si presenta presso le abitazioni dei cittadini con la scusa di visionare contatori o impianti chiedendo somme di denaro o altri beni”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.