Home Cronaca

Bomba d’acqua su Arese, conseguenze limitate

25 giugno 2014 – Il violento nubifragio che si è abbattuto questa mattina intorno alle nove sulla nostra zona ha creato qualche difficoltà anche ad Arese. In particolare problemi si sono registrati alla biblioteca comunale di via dei Platani, che rimarrà chiusa per tutta la giornata. “Si comunica – fanno sapere dal Comune – che nella giornata di oggi la biblioteca resterà chiusa. A causa del maltempo si è resa necessaria la sospensione del servizio per tutelare la sicurezza dei dipendenti e dei fruitori della biblioteca e per evitare danni all’impianto elettrico”. In realtà la chiusura è una misura cautelativa, in quanto fonti dell’amministrazione confermano, che grazie all’intenso lavoro di tutto il personale comunale in servizio, i locali sono già stati completamente asciugati. Non avendo però l’evidenza che non sia presente umidità residua che potrebbe danneggiare gli impianti elettrici, la scelta è stata quella di tenere chiusa la biblioteca per tutta la giornata odierna.

Al di la di questo, anche grazie alla pronta risposta alla situazione di emergenza messa in atto dall’amministrazione e dalla struttura comunale, il nubifragio non sembrerebbe avere causato altri danni significativi, a parte, ovviamente, qualche allagamento dovuto al fatto che le fognature, e soprattutto il terreno e i giardini, non sono stati in grado di assorbire l’eccezionale quantità di acqua piovuta in un arco temporale molto ristretto. Qualche problema in questo senso, comunque già risolto, si è verificato in via Volta, via Matteotti e via dello Sport. Anche via Col di Lana, proprio a causa del fatto che la terra non riusciva ad assorbire l’acqua che cadeva, ha visto un parziale allagamento della sede stradale. Qualche problema si è verificato anche alla piscina di Valera, dove l’acqua proveniente da sotto la struttura è penetrata al suo interno. La piscina questo pomeriggio sarà comunque regolarmente operativa, in quanto la sua conformazione la salvaguarda strutturalmente da possibili problemi all’impianto elettrico.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese