Home Cronaca

Bus per Rho Fiera: si parte il 3 novembre

24 ottobre 2014 – Una  notizia che farà felici molti aresini, compresi i lettori che in questi mesi ci hanno scritto per avere informazioni in merito: è, infatti, arrivata oggi la conferma ufficiale dell’amministrazione che la linea 561 di Air Pullman, quella che collegherà Arese alle stazioni di Rho Fiera, sarà attiva a partire dal prossimo lunedì 3 novembre. “Sulla base delle previsioni contenute nell’Accordo di Programma ex Alfa Romeo (AdP) – conferma l’amministrazione – e a seguito degli accordi tra il Comune di Arese, il Comune di Milano e l’Azienda Trasporti Milanesi (Atm), dal 3 novembre 2014 sarà attiva la nuova linea 561 che collegherà in tempi rapidi Arese con le linee di trasporto pubblico su ferro (treno e metropolitana) di Milano e Rho. Si tratta di una prima fase che viene finanziata con le risorse economiche, 3 milioni di euro, di uno dei soggetti privati che hanno aderito all’AdP, e cioè Tea spa”. A breve il Comune dovrebbe rendere note le fermate presenti sulla linea, mentre tra qualche giorno sul sito del Comune saranno  resi disponibili ulteriori dettagli relativi ai percorsi della linea 560 “Arese – Mi QT8”, della nuova linea 561 “Arese – Rho Fiera” e dell’ipotesi della seconda fase della linea 561.

“Il tema della viabilità e della mobilità – commenta il sindaco Michela Palestra – è sempre stato prioritario nei programmi di questa amministrazione e siamo quindi soddisfatti di aver raggiunto un obiettivo così importante per favorire gli spostamenti dei nostri cittadini tra Arese e il capoluogo senza usare l’auto, con notevoli benefici per l’ambiente”. L’assessore alla Mobilità Roberta Tellini spiega come nei prossimi mesi verrà attuato un monitoraggio sull’utilizzo della linea, per eventualmente adeguarla alle necessità degli aresini. Oltre ad annunciare una trattativa con Milano finalizzata ad ottenere il biglietto unico per gli spostamenti versi il capoluogo: “Ieri – spiega Tellini – abbiamo approvato in giunta una variazione di bilancio per far partire il servizio. Nei prossimi mesi, monitoreremo l’utilizzo della linea per valutare l’efficacia e la qualità del servizio ed eventualmente suggerire migliorie o revisione dei percorsi. Inoltre, stiamo promuovendo nelle sedi opportune, Regione Lombardia, Provincia di Milano, Comune di Milano, anche la realizzazione del biglietto unico per Milano, suggerendo anche particolari condizioni per studenti e pensionati”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese