Home Cronaca

Casa di riposo Gallazzi Vismara, arrivati gli esiti dei tamponi: “molti positivi”

15 aprile 2020 – Il Comune ha comunicato che sono arrivati i risultati dei primi tamponi effettuati alla Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) Gallazzi Vismara. E i risultati non sono buoni: sul sito istituzionale si legge che “purtroppo ci sono molti positivi”. Un numero definito però non è stato comunicato. Il sindaco, Michela Palestra, ha scritto: “Siamo molto preoccupati, ma anche consapevoli che nella nostra casa di riposo si sta facendo di tutto per prendersi cura degli ospiti e condivido le parole del direttore della struttura”. Andrea Segrini, responsabile della casa di riposo dal 2018, ha dichiarato: “Abbiamo sperato, grazie al lavoro di tutti, di tenere il nemico fuori dalla porta e ci siamo riusciti a lungo. Ora combatteremo con tutta le nostre forze per vincerlo prima possibile”.

Secondo quanto è stato reso noto, “i tamponi sono stati possibili grazie all’impegno profuso dalla struttura e grazie all’interessamento di persone vicine alla nostra casa di riposo”, ovvero non c’è stato supporto da parte di strutture regionali o statali. La difficoltà è sia quella di reperire i tamponi sia di trovare laboratori che in tempi ragionevoli siano in grado di analizzarli. “Non ci sentiamo supportati dalle strutture competenti, che lasciano in capo alla casa di risposo ogni responsabilità”, si legge ancora sul sito. A oggi, meno della metà degli ospiti, che sono circa 110, è stata sottoposta a tampone e purtroppo nessuno del personale, che ammonta in tutto a un’altra novantina di persone. Il che significa che non è possibile conoscere le proporzioni del contagio. Secondo quanto comunicato ufficialmente, il personale sta però lavorando con adeguati strumenti di protezione individuali.

La notizia più rincuorante è che “molti degli ospiti risultati positivi non presentano sintomi e a oggi non si registrano patologie gravi collegabili al Covid-19”. Sul sito del Comune si specifica che “sono state attuate le misure di isolamento, si stanno effettuando trasferimenti e sono stati rinforzati i sistemi di prevenzione e cura e previste tutte le misure di sanificazione necessarie”.

ATS della Città Metropolitana di Milano ha inviato un comunicato stampa con le seguenti precisazioni: “L’esecuzione di tamponi nelle RSA è riservata agli ospiti sintomatici e affidata, in autonomia, alle strutture stesse. ATS ha raccolto da tutte le 155 RSA del territorio il numero degli ospiti che sono stati isolati in quanto presentano sintomi influenzali riconducibili a Covid-19, da sottoporre a tampone. A ogni RSA è stato indicato il laboratorio a cui riferirsi e fornito il quantitativo necessario di kit per l’esecuzione degli esami (oltre 2.000 tamponi consegnati). La fornitura effettuata è quindi sufficiente per coprire il fabbisogno rappresentato dalle strutture stesse: qualora le RSA avessero in futuro difficoltà nel reperire sul mercato il materiale per eseguire i tamponi continueremo a supportarle come è stato fatto per mascherine chirurgiche e dispositivi di protezione individuale”.

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese