Home Cronaca

Chiodi non vuole l’Anpi per il 25 aprile

23 aprile 2012 – Riceviamo e pubblichiamo questo intervento dell’Anpi di Arese in merito al rifiuto che l’associazione ha ricevuto da parte del commissario prefettizio Emilio Chiodi in merito alla possibilità di far intervenire un suo membro in occasione delle celebrazioni del 25 aprile. La motivazione del rifiuto del commissario Chiodi sarebbe legata alla par condicio in campagna elettorale, una motivazione che non convince l’Anpi che aveva garantito che l’intervento sarebbe stato effettuato da una persona non candidata alle prossime elezioni e che non ricopriva alcuna carica pubblica elettiva. A nulla sono servite le osservazioni fatte dall’Anpi a Chiodi circa il fatto che in altri comuni commissariati non solo l’Anpi aveva ottenuto il permesso di partecipare alle celebrazioni ma addirittura tale partecipazione era stata sollecittata dagli stessi commissari prefettizi.

L’A.N.P.I. ritiene offensiva e grave l’inusuale scelta del commissario Dott. Chiodi, di impedire l’intervento pubblico di un nostro esponente in occasione delle celebrazioni del 25 aprile. Chiediamo che l’amministrazione torni sui suoi passi rispetto ad una scelta politica ed ideologica senza precedenti. L’A.N.P.I. (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) è un’associazione apartitica che si rivolge a tutti i cittadini democratici e antifascisti. Negare l’intervento di un suo esponente il giorno del 25 aprile, come deciso dal commissario prefettizio Dott. Chiodi, è un fatto gravissimo perché lesivo della storia e della dignità di un’associazione medaglia d’oro per la resistenza riconosciuta dal Capo dello Stato. Negando l’intervento all’A.N.P.I. si nega il ricordo di una storia, quella di migliaia di resistenti che hanno combattuto per la libertà. Pertanto ci auguriamo che l’amministrazione comunale, nella persona del Dott. Chiodi, riveda la sua decisione contribuendo a quel clima di concordia e di riconciliazione nazionale, che verrebbe offuscata nel caso in cui fosse riconfermata l’impossibilità a tenere l’intervento pubblico all’A.N.P.I. nella giornata del 25 aprile.

Michele Piva
Circolo A.N.P.I. di Arese

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese