Home Cronaca

Da Gesem informazioni su acconto Imu

05 giugno 2014 – Come di consueto in questo periodo di tasse dalle sigle più o meno note, le code agli sportelli di Gesem, che offre ai cittadini la sua consulenza per il calcolo del dovuto e per la predisposizione dei modelli F24 per il pagamento, sono lunghe. Ad Arese per ora a essere interessati al versamento sono solo coloro che hanno immobili o terreni assoggettati a Imu, visto che per la Tasi il termine di pagamento è slittato al prossimo 16 settembre. E, come ci ha comunicato Gesem pregando di rendere pubblica l’informazione per evitare possibili malintesi o code inutili a coloro che richiedono supporto per il calcolo, qualche confusione tra i contribuenti la sta creando una modifica intervenuta con la delibera di quest’anno a proposito dei requisiti necessari per godere dell’esenzione dal tributo sulle seconde case.

Fino allo scorso anno, infatti, godevano di esenzione dal versamento del tributo, venendo assimilate ad abitazione principale, tutte le seconde case concesse in uso gratuito a parenti in linea retta e collaterali entro il primo grado. Quest’anno, invece, la regola stabilita dal Comune è più restrittiva, e stabilisce che a godere dell’esenzione sono solo quelle unità immobiliari concesse in uso gratuito a parenti in linea retta entro il primo grado (genitori/figli), ma solo nel caso in cui il comodatario, ossia colui che utilizza l’immobile come abitazione principale, appartenga a un nucleo familiare con Isee non superiore a 15 mila euro annui. Per evitare inutili code ai contribuenti in possesso di questo requisito, Gesem informa che in base al Regolamento stabilito dal Comune di Arese, per beneficiarne è necessario presentarsi ai suoi sportelli con la dichiarazione di cessione in uso gratuito debitamente compilata (scarica qui) e con una copia della dichiarazione Isee redatta presso uno sportello Caf. Va precisato, infine, che in caso di più immobili concessi in comodato dal medesimo soggetto, l’agevolazione si applica a una sola unità immobiliare, con il proprietario che dovrà indicare, tramite un apposito modulo, quale intende cedere in comodato gratuito.

Oltre a queste precisazioni Gesem ha anche reso noto un calendario di aperture straordinarie dei propri sportelli a supporto di coloro che sono tenuti al versamento dell’Imu. In base a quanto comunicato, Gesem rimarrà aperta sabato 7 e sabato 14 giugno dalle ore 9,00 alle ore 12,00; inoltre sino al 16 giugno nei pomeriggi di martedì e giovedì sarà prorogato di un’ora l’orario di apertura al pubblico degli sportelli, che chiuderanno quindi alle ore 19,00 in luogo delle 18,00.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese