Home Cronaca

Diserbante, ancora dubbi sulla procedura adottata

02 settembre 2013 – Era già successo nello scorso mese di maggio, ora l’operazione pare sia stata ripetuta. Se in primavera erano stati i segni del diserbante abbondantemente sparso sui bordi delle vie aresine ad allarmare i cittadini, questa volta il “colpevole” è stato ripreso sul fatto. Un cittadino, infatti, ha girato un video, poi pubblicato su YouTube, dove si vede un trattore aggirarsi per le strade di Arese e spruzzare quantità molto abbondanti di un liquido, presumibilmente diserbante, ai lati delle vie. Al di là della correttezza formale o meno di un tale intervento, le perplessità sono diverse. Qualcuno si dice preoccupato per la salute degli animali domestici, i cani in particolare, mentre qualcun altro esprime qualche riserva su eventuali orti confinanti con i marciapiedi irrorati. I più attenti a ecologia, ambiente e costi puntano il dito anche contro l’inefficienza e lo spreco.

Al di là di ogni considerazione, però, forse sarebbe bene avvertire per tempo la popolazione di tali interventi. Nei condomini privati, nei campeggi e in altri luoghi aperti, per esempio, c’è l’obbligo di esporre gli avvisi di disinfestazione dalle zanzare. Costerebbe poco farlo anche a livello comunale in occasioni come questa. Nel maggio scorso l’argomento aveva suscitato diverso interesse (leggi qui la rubrica Più o Meno di Francesco Gentile dell’8 maggio scorso o la lettera del nostro lettore Gianni Longo del 13 maggio), poi stemperatosi nel clima delle imminenti elezioni.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese