Home Cronaca

Don Redaelli: i salesiani non depistarono

05 marzo 2012 – Sono stati assolti per non avere commesso il fatto don Mario Moriggi e don Francesco Fontana che, nell’ambito del procedimento penale di primo grado nei confronti di don Marco Redaelli (leggi qui) erano stati indagati per favoreggiamento e falsa testimonianza. La vicenda era stata oggetto anche di un servizio della trasmissione televisiva le Iene, dal quale traspariva un tentativo di minimizzare il fatto operato dai religiosi. Qualche giorno fa però, il giudice Maria Grazia Domanico ha assolto con formula piena i due salesiani, non ravvisando quindi nel loro comportamento nessuna azione volta a depistare le indagini e nessuna azione mirata a coprire don Redaelli.

In attesa delle motivazioni della sentenza, quello che sembra chiaro è che, in sostanza, per la magistratura milanese nessuno all’interno del comunità religiosa di Arese ha mai messo in atto una strategia finalizzata a insabbiare la vicenda. Le sole responsabilità penalmente accertate, anche se solo in primo grado, sono quindi quelle di don Redaelli, condannato a 2 anni e mezzo, con la sospensione della pena, per, come recita la sentenza “un unico e breve” episodio di abuso nei confronti di un minore.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.