Home Cronaca

Due incontri sul tema dell’affido leggero

08 ottobre 2013 – Il Comune di Arese, in collaborazione con il Centro Affidi del Rhodense, ha organizzato due incontri formativi sul tema dell’affido leggero, rivolti a tutta la cittadinanza. Gli appuntamenti sono a calendario nelle giornate di giovedì 10 e 17 ottobre alle ore 21,00 presso il Centro Anziani di via Col di Lana 10. Scopo delle due serate è la presentazione del progetto Una rete affidabile, promosso dagli stessi Comune di Arese e Centro affidi del Rhodense col supporto dell’Onlus Barabba’s Clown, riguardante appunto il tema dell’affidamento leggero. Si tratta di una nuova forma di accoglienza e solidarietà mirata, in termine di tempo e di impegno, nei confronti di bambini o ragazzini le cui famiglie si trovino in una qualche forma di difficoltà economica o sociale. A differenza dell’affido tradizionale, dunque, l’affido limitato non richiede una disponibilità totale da parte del nucleo famigliare che accoglie il minore ed è quindi più compatibile, dal punto di vista temporale, con gli impegni della quotidianità.

Proprio questa sua caratteristica, inoltre, gli permette di poter essere anche una scelta di tipo individuale, quindi aperta, ad esempio, a single, nonni e studenti universitari, oltre che propria di un nucleo famigliare tradizionale. Obiettivo di questo tipo di affido non è tanto quello di sostenere il minore con soldi ma più con affetto e mettendo a disposizione il proprio tempo, ad esempio accompagnandolo a scuola e alle attività extrascolastiche o sostenendolo con i compiti. “Come immaginate – commenta l’assessore alle Politiche sociali Barbara Scifo – anche ad Arese le famiglie con forti disagi economici e sociali sono in aumento e come comunità un modo che abbiamo per dare una mano è quello di mettere a disposizione, non tanto dei soldi, ma il nostro tempo e il nostro affetto, per esempio accompagnando queste bambine e questi bambini a scuola o alle attività extra scolastiche, oppure sostenendoli nei compiti”.

Gli incontri saranno tenuti da una psicologa del Centro Affidi del Rhodense e sono del tutto non vincolanti nei confronti dell’assunzione di alcun impegno futuro. Qualora qualcuno, al termine dei due incontri, risultasse interessato ad impegnarsi e mettersi in gioco concretamente e in prima persona in questa bella iniziativa, sarà accompagnato dal Centro Affidamenti lungo tutte le tappe del percorso di accoglienza. Per maggiori informazioni sul centro affidi è possibile consultare il sito www.sercop.it/centroaffidi, mentre per avere più informazioni sul progetto si può scrivere a [email protected]

Servizio di Giulo Monga

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese