Home Cronaca

Ecco quanto pesa Covid-19 sul numero totale dei decessi avvenuti ad Arese

18 aprile 2020 – Nei giorni scorsi l’Istat ha messo ha disposizione i dati, divisi per comune italiano, dei decessi ufficialmente registrati nel periodo che va dal primo gennaio al 4 aprile di ogni anno a partire dal 2015. Si può così avere un’idea dell’impatto che il Coronavirus sta avendo sui nostri territori. Con i numeri aggiornati a ieri, Arese conta 103 contagiati accertati e 12 decessi. Quest’ultimo numero va rapportato ai 64 morti totali registrati dall’Istat dal primo gennaio al 4 aprile e ai 26 verificatisi dal primo di marzo.

Rispetto agli anni precedenti, considerando l’intero trimestre, si tratta di un aumento di poco più del 12 per cento, mentre se si prendono in considerazione solo le ultime settimane la crescita è stata pari quasi al 37 per cento. Ma come si confrontano queste cifre con quelle dei paesi confinanti, con quelle di Milano e con quelle delle aree più colpite da Covid-19?

Rho, che è il Comune più grande della nostra zona, ha registrato un più 26% nel trimestre, che è diventato un più 68 per cento nell’ultimo mese. I decessi totali sono passati da 171 a 216 (da 59 a 99 in marzo). La situazione più simile a quella di Arese si trova a Bollate, dove nelle ultime settimane i morti sono passati dai 39 del 2019 ai 52 del 2020 (+33%), ma con un totale del primo trimestre di quest’anno che non si è discostato da quello dell’anno precedente (117 decessi totali in entrambi i casi). A Garbagnate l’andamento è simile a Rho, con un incremento del 65% nelle ultime settimane, mentre a Lainate le cose sono andate proporzionalmente un po’ peggio (+82%).

Se si considera Milano, l’ordine di grandezza cambia parecchio, ma le percentuali rimangono comparabili a quelle del nostro territorio. Dall’inizio dell’anno la crescita dei decessi è stata pari al 6,55% (da 4.028 a 4.292), ma con una forte concentrazione nel periodo che va dal primo marzo al 4 aprile: dai 1.370 morti registrati nel 2019 ai 2.046 di quest’anno (+49%).

Ben diversa la situazione nelle zone più colpite, dove spiccano Codogno e Bergamop. Ecco qualche dato:

Città20192020Diff.1/3-4/4 20191/3-4/4 2020Diff.
Lodi159294+85%52188+262%
Codogno61157+157%25121+384%
Bergamo398983+147%151729+383%
Brescia6351.022+61%210638+204%

Come si può notare, il Covid-19 ha colpito davvero duramente in queste aree. Ad Arese, nonostante le preoccupazioni, le cose vanno per fortuna un po’ meglio, augurandoci che l’evoluzione nella casa di riposo Gallazzi Vismara non cambi drasticamente i numeri che si sono visti fino a oggi. Chi desidera consultare i dati messi a disposizione dall’Istat può trovarli a questo link, dove sono disponibili anche ulteriori dettagli come la divisione per sesso o fascia di età.

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese