Home Cronaca

Gas: ecco le bollette del centro sportivo

18 luglio 2011 – Con questo articolo torniamo sulla vicenda del contenzioso che vede contrapposte SMG e Intese e della quale vi abbiamo dato un accenno la scorsa settimana (leggi qui). Come anticipato, abbiamo avuto la possibilità di studiare nel dettaglio le bollette relative a tre utenze del Centro Sportivo Davide Ancilotto, fino allo scorso anno intestate a FACS e quindi volturate ad Arese Sport, che sono alla base della disputa. Prima di entrare nel dettaglio, per comprendere le letture è comunque bene definire un paio di questioni riguardanti la terminologia. Nelle bollette, per identificare un’utenza, si fa riferimento a due numeri che sono il PDR (Punto di Riconsegna) e la matricola del contatore. Il PDR è un codice univoco che identifica il punto fisico in cui il gas viene consegnato dal fornitore e prelevato dal cliente finale; banalizzando, il PDR può essere associato alla tubazione che arriva al singolo contatore. Poiché il PDR identifica un punto fisico, il codice non cambia anche se si passa a un altro operatore. La matricola del contatore identifica invece lo strumento che misura la quantità di gas che dal PDR viene effettivamente attinta dal cliente. Mentre il PDR non cambia mai, il numero di matricola del contatore può invece cambiare, ad esempio nel caso di una sua sostituzione o nel caso di passaggio a un altro fornitore.

Quello che abbiamo potuto visionare sono le bollette relative a tre dei PDR che raggiungono il CSDA e più precisamente i codici 01611607006673, 01611607011660 e 01611607006674 dei mesi di febbraio e marzo 2011 (intestate ad Arese Sport) e del bimestre febbraio/marzo 2010 (intestate a FACS). E se le prime possono spiegare il contenzioso in atto tra FACS e Intese, le seconde potrebbero aiutare a comprendere la richiesta più volte avanzata dall’assessore Bartolini di avere, tra le altre, la documentazione relativa alle utenze del CSDA e i messaggi, per la verità un po’ criptici, della Lega che da tempo afferma di stare lavorando a una serie di iniziative che non possono ancora essere rese pubbliche. Prima di vedere i dati riportati sulle bollette del 2011 e relative al contratto in essere tra SMG e Arese Sport, riportiamo quelle che sono state le temperature medie nei mesi di febbraio e marzo 2010 e 2011. Ad Arese non c’è una centralina che registra questi dati e quindi, a titolo indicativo, indichiamo quelli rilevati dalla stazione meteorologica di Milano Bicocca:
Febbraio 2011: 7,0°C
Febbraio 2010: 5,6°C
Marzo 2011: 10,6°C
Marzo 2010: 9,7°C

Prima di passare ai consumi dei singoli PDR e a quanto fatturato da SMG ad Arese Sport è bene introdurre un’ulteriore definizione e cioè quella del Coefficiente di conversione, che è il parametro per il quale si deve moltiplicare il consumo rilevato dal contatore per ottenere la quantità di gas che viene effettivamente fatturata e che viene misurata in Standard Metri Cubi (SMC). Nella fatturazione gli operatori ricorrono al Coefficiente di conversione C perché il volume di una medesima quantità di gas, e quindi il medesimo contenuto di energia, dipende dalla pressione e dalla temperatura a cui tale quantità viene consegnata. Ad esempio, la stessa quantità di gas occupa un volume diverso a seconda che venga consegnato in una località di mare o di montagna. Per fare in modo che tutti i clienti paghino lo stesso importo a parità di energia consumata è necessario effettuare questa conversione: ad esempio, se il consumo misurato dal contatore è pari a 110 mc ed il valore del coefficiente C è 1,027235, allora i metri cubi standard fatturati saranno: 110 x 1,027235= 112,99585 SMC. Per semplicità, infine, tutti i valori fatturati vengono riportati comprensivi di IVA al 20 per cento.

PDR 01611607006673
A questo PDR è associato il contatore con numero di matricola 022423657. Nel mese di febbraio 2011 è stato rilevato un consumo convertito pari a 5.540 SMC per un importo di 2.801,00 euro. Nel mese di marzo il consumo convertito è stato di 2.914 SMC per un importo di 1.475,00 euro. In pratica, a fronte di una differenza di temperatura media tra i 3 e i 4°C, la bolletta di marzo è risultata essere inferiore a quella di febbraio del 47,4 per cento sia in termini di volumi che di euro.

PDR 01611607011660
Questa è l’utenza che Intese considera fondamentale nel muovere i suoi rilievi a SMG, come ci ha confermato il suo amministratore delegato Alessandro Chiappini che abbiamo risentito dopo avere preso visione dei dati e le cui dichiarazioni vedremo fra poco. Su questa linea di fornitura, il 25 febbraio, è stato infatti sostituito il contatore del gas passando dal vecchio con matricola 059032150 al nuovo con matricola 059033561. I consumi rilevati su questo PDR sono stati di 5.882 SMC in febbraio e di 4.206 SMC in marzo per fatturazioni rispettivamente di 2.988,00 e 2.126,00 euro. In marzo volume e fatturato sono quindi stati inferiori del 28,5 per cento rispetto a febbraio.

PDR 01611607006674
Da questo PDR nel periodo considerato non è praticamente stato attinto gas. Il consumo di febbraio è stato di 0 SMC mentre quello di marzo di 9 SMC per una bolletta pari rispettivamente a 7 e 11 euro.

Alla luce di questi dati abbiamo ricontattato Chiappini il quale, rispetto a settimana scorsa, ha espresso più nel dettaglio la posizione di Intese: “Vado a memoria ma i numeri che mi ha letto mi sembrano corretti. Fin dalla prima bolletta ricevuta da Arese Sport abbiamo segnalato a SMG che, in base alla nostra esperienza, i consumi imputati non erano realistici e che era necessario provvedere alla sostituzione dei contatori che evidentemente non rilevavano il corretto consumo di gas. Un dato confermato, oltre che dalla nostra esperienza, anche dalle bollette che mi ha citato. Non crediamo sia possibile, ad esempio, che tra febbraio e marzo i consumi calino del 50 per cento e quindi ci deve essere un problema di affidabilità dei contatori. Come dimostrano anche le rilevazioni effettuate dai contatori nuovi che sono stati installati (sembrerebbe quattro ndr). Le nostre rimostranze non sono mai state prese in seria considerazione e, dato che siamo convinti di avere già pagato ben più di quanto effettivamente consumato, abbiamo bloccato il pagamento delle ultime due bollette in attesa di sederci intorno a un tavolo per definire la situazione”.

Fino a qui la parte riguardante il contenzioso tra SMG e Arese Sport e che riguarda una municipalizzata e un cliente privato. Come detto in apertura noi abbiamo però potuto visionare anche le bollette del 2010 che avevano come cliente FACS. E i numeri rappresentati spiegano probabilmente l’interesse dell’assessore Bartolini e della Lega per questa documentazione. Anche in questo caso, prima di passare ai numeri, si rendono necessarie un paio di precisazioni. La prima è che, per quanto abbiamo constatato, il subentro di Arese Sport a FACS non ha comportato modifiche contrattuali e che quindi la tipologia di utilizzo e tutti i parametri contrattuali che determinano il prezzo del gas sono rimasti invariati rendendo confrontabili le bollette. La seconda precisazione riguarda il fatto che FACS riceveva le bollette bimestralmente mentre Arese Sport mensilmente e che quindi, per poterle confrontare, abbiamo sommato le singole mensilità di Arese Sport. Detto questo, vediamo i valori delle bollette di febbraio/marzo 2010 confrontati con quelli dello stesso periodo del 2011.

PDR 01611607006673
Per questo PDR, nel bimestre febbraio/marzo 2010 il consumo imputato a FACS è stato pari a 12.703 SMC per una bolletta di 5.766,00 euro. La somma delle stesse mensilità del 2011 delle bollette di Arese Sport mostrano un consumo di 8.454 SMC per 4.276,00 euro. In pratica FACS ha consumato e speso il 33,4 per cento in più rispetto ad Arese Sport. Per entrambe le utenze il contatore ha matricola 022423657.

PDR 01611607011660
La fattura febbraio/marzo 2010 di FACS evidenzia un consumo di 19.706 SMC per una fattura di 8.938,00 euro. Nello stesso periodo del 2011, sullo stesso PDR, Arese Sport ha consumato 10.088 SMC spendendo 5.114,00 euro. Nel periodo in esame FACS ha quindi consumato e pagato il 48,8 per cento in più rispetto ad Arese Sport. Su questo PDR, il 25 febbraio 2011 è stato sostituito il contatore di matricola 059032150 con quello di matricola 059033561.

PDR 01611607006674
Da questo PDR, dove in pratica per Arese Sport nel 2011 non sono stati rilevati consumi, nel 2010 FACS ha attinto, sempre nei mesi di febbraio e marzo, 13.404 SMC per una bolletta di 6.084,00 euro. La matricola del contatore è la 059026603.

Sommando i valori dei tre PDR, che comunque non sono tutti quelli che arrivano al CSDA ma che però dovrebbero fornire gas sempre alle stesse strutture e agli stessi impianti sportivi, si evince che nel bimestre febbraio/marzo 2010 FACS ha consumato 45.813 SMC di gas pagando 20.788 euro. Nello stesso bimestre del 2011 le bollette di Arese Sport evidenziano un consumo di 18.551 SMC di gas per un importo di 9.408,00 euro. In pratica le bollette di FACS sono state superiori del 60 per cento, sia in termini di consumo che di fatturazione, rispetto a quelle ricevute da Arese Sport. Questi dati sono senza dubbio parziali, perché tengono conto solamente di alcuni dei PDR del centro sportivo e si riferiscono a un solo bimestre ma, vista l’entità degli scostamenti, varrebbe la pena che fossero confermati su un orizzonte temporale più ampio e su tutte le utenze del CSDA. Se poi, in generale, questa tendenza dovesse trovare conferma, non c’è dubbio che sarebbe il caso che chi di dovere approfondisse la questione per capire se, come sostiene Intese, c’è effettivamente da tempo un problema di contatori o se, molto più semplicemente, negli anni passati si riscaldavano le strutture molto più di quanto si faccia ora o se lo si facesse in maniera meno efficiente. Perché se quella tra SMG e Intese è una questione che riguarda una municipalizzata e una società privata, diverso è il caso di FACS che, almeno per il 49 per cento (la quota azionaria del comune in Fondazione) riguarda tutti i cittadini di Arese.