Home Cronaca

Gesem tra Tares e controllo differenziata

11 giugno 2013 – Sono in distribuzione in questi giorni le bollette relative alla prima scadenza della Tares (Tassa Rifiuti e Servizi), la nuova imposta che da quest’anno ha sostituito la Tia. La data entro la quale andrà versata la prima rata è fissata nel 30 giugno 2013, mentre la scadenza per il saldo sarà il prossimo 30 novembre. Il nuovo tributo sui rifiuti viene calcolato, per le utenze domestiche, sia in funzione della superficie degli immobili occupati, sia in base al numero di persone che occupano l’immobile; nel caso delle utenze non domestiche, la tassa varia, invece, in funzione del tipo di attività svolta. Per ulteriori informazioni sulla Tares, o nel caso in cui non si ricevesse per tempo il bollettino, è possibile rivolgersi allo sportello Gesem Tributi di piazza 5 Giornate, oppure si potrà contattare la società telefonicamente al numero 02-93871143 o per mail scrivendo [email protected] Gesem ha anche attivato una specifica pagina Internet dedicata alla Tares (clicca qui).

Rimanendo in tema di ambiente, Gesem ha anche reso noto che è in corso di svolgimento su tutto il territorio comunale la campagna di controllo a domicilio per monitorare la corretta ripartizione del rifiuto tra frazione organica e indifferenziata. Un tema, questo, particolarmente sensibile per Gesem, che si è imposta come target quello di superare il 65 per cento di riciclo dei rifiuti conferiti. Il controllo a domicilio, che secondo quanto più volte dichiarato da Gesem, non verrà attuato con finalità punitive ma informative, potrebbe essere il preludio all’introduzione dell’ispettore ambientale, altro progetto che la società ha in cantiere. Sempre in ottica informativa Gesem, che come si ricorderà aveva distribuito nei mesi scorsi un fascicolo che guidava alla corretta differenziazione dei rifiuti, ha comunicato che il volume è sempre disponibile online sul sito della società (clicca qui).

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese