Home Cronaca

Il CCSA decide il proprio futuro

06 giugno 2011 – A un mese di distanza dalla turbolenta assemblea straordinaria dei soci del CCSA alla quale aveva partecipato in veste di invitato anche l’assessore allo sport Andrea Bartolini (leggi qui), la storica associazione sportiva riconvoca i suoi soci per il prossimo mercoledì 8 giugno. Come si ricorderà l’assemblea di inizio maggio, che era stata l’occasione di un dibattito molto accesso tra i soci del CCSA da una parte e Bartolini e il presidente di FACS Pogliani dall’altra, non aveva fornito molte risposte sul futuro dell’associazione in quanto il comitato direttivo del CCSA era ancora in attesa di una risposta da parte di FACS e dell’amministrazione comunale in merito al piano per l’attività sportiva 2011/12 che l’associazione aveva presentato solo una settimana prima.

Ora che questa risposta è arrivata, non è comunque ancora possibile capire quale sarà il futuro del CCSA. Infatti, anche se il progetto sportivo è stato approvato dalla Giunta e confermato dall’assessore Bartolini, permangono le incognite legate alla gestione economica delle attività. A quanto rende noto il CCSA infatti, pur avendo ricevuto da FACS conferma degli spazi palestra richiesti, l’associazione si è anche vista recapitare una richiesta di 186.000 euro per il loro affitto. Una cifra che difficilmente l’associazione riuscirà a mettere insieme, anche quando dovesse ricevere da Intese la somma di 43.000 euro ancora da liquidare. Una situazione che dunque rimane critica e con tempi strettissimi per trovare una soluzione, anche perché la data limite per l’iscrizione delle squadre ai campionati della prossima stagione è incombente.

L’assemblea, che è titolata “Risultati sul progetto sportivo del CCSA per il 2011/2012 e programma utilizzo spazi nel Centro Sportivo Comunale D. Ancilotto”, è aperta al pubblico ma con diritto di voto riservato ai soli soci e si terrà il prossimo mercoledì 8 giugno alle ore 20,00 all’auditorium Aldo Moro di via Varzi 31.

Se vuoi commentare questo articolo, lo puoi fare sulla pagina Facebook di QuiArese