Home Cronaca

Il trentenne è guarito, ma c’è un nuovo positivo con meno di vent’anni

21 agosto 2020 – Secondo i dati riportati dal portale ATS e resi noti dal comune di Arese, risulta che a oggi i casi totali sono 189 (uno in più): quindi si registra una nuova persona positiva, attualmente l’unica, che ha meno di vent’anni ed è ricoverata. Per fortuna il trentenne che si trovava in ospedale è stato dimesso e, infatti, i guariti sono 148 (uno in più). Inoltre non ci sono stati decessi e le persone poste in quarantena – numero che comprende sia i casi accertati (“solo” 1) sia chi è stato a contatto con casi accertati e quindi sottoposto preventivamente a “isolamento precauzionale”, sono 2 (2 in meno).

Il sindaco Michela Palestra, nel ribadire l’importanza del distanziamento fisico e delle precauzioni previste, ricorda che “la nuova normativa prevede l’obbligo di indossare la mascherina o qualsiasi altro indumento a protezione di naso e bocca, dalle ore 18 alle ore 6, nei luoghi all’aperto a rischio assembramento. È confermato l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto”.

In generale, la mascherina va sempre portata con sé e deve essere indossata quando non è possibile mantenere costantemente la distanza di sicurezza di almeno un metro da altre persone che non fanno parte dello stesso gruppo familiare.

Inoltre, in base all’Ordinanza del Ministro della Salute del 12 agosto 2020 e all’Ordinanza n. 597 di Regione Lombardia del 15 agostoa partire dal 13 agosto, al rientro in Italia da Croazia, Grecia, Malta o Spagna (e per tutti coloro che hanno soggiornato in questi Stati nei 14 giorni precedenti) è obbligatorio comunicare (attraverso segnalazione) all’Agenzia di Tutela della Salute (ATS) di riferimento per il territorio il proprio arrivo e avviare le procedure per sottoporsi al tampone naso-faringeo per la ricerca di Sars-CoV-2. Per maggiori informazioni si rimanda all’articolo di QuiArese e al sito di Regione Lombardia.

Il Comune ricorda che per ogni dubbio sulla normativa vigente per la limitazione dei contagi, la Polizia locale resta disponibile per informazioni al numero telefonico 02 93527450. I cittadini aresini in difficoltà per spesa e farmaci a causa dell’emergenza sanitaria possono invece contattare il 379 1909759, gestito direttamente dai Servizi sociali, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30. Le varie esigenze saranno sempre gestite grazie al prezioso supporto della Misericordia Arese.

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese