Home Cronaca

Illustrato progetto Food Tour verso Expo

11 febbraio 2014 – Un numeroso e vario pubblico composto da cittadini, imprenditori e rappresentanti di associazioni e istituzioni ha riempito il CentRho, per la presentazione di Food Tour verso Expo. Il progetto promosso dall’Associazione Imprenditori Lombardi (Ail) si propone la valorizzazione del territorio, sul quale e intorno al quale insisterà l’Esposizione mondiale, attraverso percorsi turistici nelle principali città lombarde, significative per interesse artistico, architettonico e ambientale. A fare gli onori di casa è stato il nostro concittadino Giovanangelo Buccelloni, consigliere Ail e ideatore e coordinatore del progetto, che ha introdotto il sindaco di Rho Pietro Romano e il rappresentante delle Provincia di Milano Diego Zarneri.

Il Presidente di Ail Dario Ferrari si è detto soddisfatto per questa prova di concretezza dell’Associazione nel sostenere la realizzazione di progetti potenzialmente importanti per il territorio. “Ail – spiega Ferrari – nel suo ruolo di incubatore di progetti, sostiene i propri iscritti nella fase propedeutica e progettuale di progetti con un certa valenza e potenziali significative ricadute sul territorio. Ora, come già successo ad esempio per il progetto di internazionalizzazione Rete di imprese Iride e con Distretto33: un progetto per il 2015, anche questo progetto avrà la sua autonomia e diventerà indipendente dall’Associazione”.

Della necessità di cogliere l’opportunità data da EXPO anche per valorizzare le eccellenze dei nostri territori ha parlato Giancarlo Cattaneo, coordinatore del Patto dei Sindaci del Nord Ovest e Project manager di Supermilano, che collabora al progetto, mentre Sonia Vettorato ha illustrato al pubblico il concept del progetto che si basa sull’unione di due grandi ricchezze italiane: l’enogastronomia e il patrimonio artistico/culturale. Lo stato del progetto è stato spiegato da Diego Longoni di Supermilano, che ha fornito dettagli sulle modalità di ideazione fornendo anche esempi specifici attraverso alcuni percorsi turistici già sviluppati.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese