Home Cronaca

In Comune solo su appuntamento: così si riparte ad Arese dopo il lockdown

19 maggio 2020 – Da ieri la vita è ricominciata a scorrere in modo più normale anche ad Arese, con la riapertura di molte attività commerciali. Piano piano il lockdown viene allentato e ora sarà importante fare molta attenzione al distanziamento fisico. L’ATS, nella sua comunicazione bisettimanale, non ha segnalato nuovi casi di contagio o decessi ad Arese. Ci sarebbero però delle segnalazioni da parte dei medici di base non ancora verificate.

Intanto l’amministrazione comunale segnala che da oggi molti dei servizi per il cittadino sono ripartiti da oggi anche a livello di sportello, ma solo su appuntamento. L’obiettivo è quello di limitare il più possibile l’accesso agli uffici. Tutte le informazioni su servizi, orari e modalità di accesso si trovano sul sito del Comune di Arese.

Ieri sera, il sindaco Michela Palestra ha pubblicato sui canali istituzionali del Comune di Arese il suo consueto messaggio:

Il portale ATS non riporta nuovi contagi rispetto ai numeri pubblicati il 14 maggio scorso, ma solo delle indicazioni dei medici curanti che segnalano persone con possibili sintomi per cui si attende la presa in carico da parte di ATS per ulteriori approfondimenti.

Oggi è stato il primo giorno di vera riapertura di molte attività dopo più di due mesi di lockdown. Tra le persone che sono tornate a lavorare e a uscire, ci sono anche tanti casi che non sono stati registrati. L’infettivologo Massimo Galli, Primario di Malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano, ha dichiarato che “Sappiamo che i positivi sono dieci volte tanto quelli trovati. Ora tutti usciranno di casa, senza avere una diagnosi definita e precisa”. Questo ci dà una prima idea delle criticità a cui dobbiamo fare attenzione e che ci impongono di rispettare le regole previste, prime fra tutte l’uso della mascherina e il distanziamento fisico.

Rispettiamo quanto è previsto dal Dpcm  17 maggio 2020 con i relativi allegati e anche  l’ordinanza n. 547 di Regione Lombardia con le misure per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 in vigore dal 18 maggio. 

A partire da martedì 19 maggio i servizi erogati dal Comune, per la tutela e la sicurezza di dipendenti e cittadini, saranno erogati IN PRESENZA SOLO SU APPUNTAMENTO, limitando così l’accesso agli uffici. Vi invitiamo, dove possibile, a utilizzare i servizi in modalità telematica presenti sul sito. 

Michela Palestra, sindaco di Arese

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese