Home Cronaca

In una giornata pesante per il Coronavirus brilla l’app dedicata alla “Spesa a domicilio”

30 marzo 2020 – È un bilancio particolarmente pesante, quello di oggi. Ad Arese il numero delle persone contagiate dall’inizio dell’epidemia è arrivato a 40, con un incremento di sei infetti, mentre i decessi sono ora cinque. Non ci sono notizie in merito a nuovi guariti. Non resta quindi che continuare a seguire le buone pratiche imposte dalle autorità sanitarie (sostanzialmente stare a casa) e attendere l’evoluzione della situazione.

Costretti tra quattro mura, segnaliamo che un aresino ha deciso di mettere a disposizione un’app, utilizzabile da smartphone Android e iOs ma anche tablet e computer, per avere sempre sottomano la lista e i contatti degli esercizi commerciali che si sono organizzati per la consegna a domicilio. Per utilizzarla, basta fare clic su questo collegamento.

Ecco il messaggio quotidiano del sindaco, Michela Palestra:

L’aggiornamento odierno sull’evoluzione dei contagi ad Arese registra altre 6 persone, una guarigione e, purtroppo, ancora un altro decesso. Un’altra persona che non è riuscita a vincere la sua battaglia contro questo terribile virus. Arriviamo a 40 persone positive al Covid 19 (tra cui 5 decessi e 3 guarigioni) dall’inizio dell’emergenza. Un dolore che si rinnova e una famiglia che si trova a dover dire addio a un familiare in modo così straziante e a cui esprimo il mio cordoglio e la vicinanza di tutta la Città di Arese.

Accanto a ogni persona contagiata, ci sono sempre più persone in domiciliazione in via precauzionale, cioè in quarantena. Per andare incontro ai loro bisogni, ma anche per tutti gli altri cittadini, i nostri commercianti si sono resi disponibili alla consegna a domicilio. A questi, si affiancano i negozi che erogano i cosiddetti servizi essenziali e che quindi restano aperti. Grazie a un nostro concittadino, da oggi è disponibile una app per tenersi sempre aggiornati anche su questo. 

Ricordo che uscire per fare la spesa non deve essere “motivo di svago”. Se desideriamo andare personalmente nei negozi, facciamolo una volta alla settimana e una sola persona per famiglia. L’unico modo per fermare il contagio è evitare il contatto tra le persone e per questo non smetterò mai di esortarvi a RESTARE A CASA”.

Michela Palestra, Sindaca di Arese

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese