Home Cronaca

Incendio alla Rmi: “Nessun rischio ambientale”

27 luglio 2017 – Una grande colonna di fumo nero si è alzata ieri sera nell’area ex Alfa Romeo. L’area interessata dall’incendio è quella della Rottami Metalli Italia (Rmi), società che si occupa dello smaltimento di quanto resta sulle auto rottamate, come plastiche e gomme. Numerose le squadre dei Vigili del Fuoco giunte sul posto per contenere e domare le fiamme, con alcuni mezzi che sono arrivati anche da fuori provincia. A bruciare sembra che in particolare potrebbero essere stati materiali come la gommapiuma usata per riempire i sedili delle auto, anche se l’incendio avrebbe poi coinvolto altro materiale stoccato.

A dare informazioni in merito alla situazione ambientale ci ha pensato il Comune di Lainate, sul cui territorio è sita la Rottami Metalli Italia, che fa sapere che “Con riferimento all’incendio presso l’azienda RMI di Lainate i Vigili del Fuoco intervenuti informano che, al termine delle preliminari verifiche effettuate stanotte, Arpa e Nbcr fortunatamente non hanno registrato valori indicativi di rischio ambientale. Non si ravvisa quindi la necessità di proseguire nelle misure precauzionali indicate nella precedente e comunicazione”. Le misure alle quali fa riferimento il Comune di Lainate si riferiscono all’invito diramato in serata ai cittadini a chiudere in misura precauzionale le finestre e ad evitare le attività all’aperto non strettamente necessarie.

Il Comune di Arese, oltre a confermare quanto già comunicato da quello di Lainate, fa invece sapere che l’incendio è stato spento intorno alle 8.00 di questa mattina e che al momento sono in corso le operazioni di raffreddamento per evitare che si sviluppino altri focolai.

 

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese