Home Cronaca

Isola delle Note, ma che musica Maestro!

03 giugno 2016 – Nel pomeriggio di domenica 22 Maggio il sipario del Teatro Flores di Vanzago (Mi) si è aperto su uno spettacolo speciale, il saggio finale dei giovani allievi Under 14 dell’Associazione Musicale “Isola delle Note” di Arese, fondata dai maestri Eleonora Mosca e Andrea Fantozzi. Una scaletta ricca di esibizioni comprendente canto e musica con diversi strumenti. Cantanti, chitarristi, violinisti, pianisti e batteristi, un mix di musica e melodia davvero coinvolgente. Tra il pubblico, numeroso e partecipativo, si respirava la tipica atmosfera del teatro: un misto di penombra e profumo di legno.

Molte le cose che hanno colpito: prima di tutte l’impegno di ciascun giovane allievo della scuola e l’entusiasmo condiviso da ognuno col proprio maestro. Che dire dei maestri? Tutti, nessuno escluso, persone meravigliose, non solo punto di riferimento per i ragazzi, ma soprattutto i loro primi fan. La medesima emozione condivisa tra maestro ed allievo, anche questo ha reso ogni esibizione straordinaria.vIl tutto accompagnato dalla effervescente e straripante simpatia delle due presentatrici: Michela e Nadia, due brave cantanti, Michela anche preziosa segretaria della scuola, che hanno saputo alleggerire e stemperare la naturale tensione dei ragazzi con grande allegria e partecipazione. A teatro domenica si è respirata l’aria pulita di questa meravigliosa Isola, l’Isola delle Note, dove ci si sente affettuosamente accolti e parte essenziale del tutto, indipendentemente dall’essere un piccolo “prodigio” o semplicemente un appassionato che deve “lavorare sodo”.

In particolare chi scrive, mamma di un giovanissimo chitarrista “rockettaro” ( e che dentro di me speravo pianista classico…) di una cosa sono certa: questi ragazzi hanno appreso e metabolizzato qualcosa di fondamentale, non solo per la loro passione musicale, ma soprattutto per la loro vita: hanno imparato anche ad “accogliere” l’errore e continuare, recuperare, senza perdersi mai d’animo. Bravi ragazzi! E… resti tra di noi, il mio “rockettaro” mi è piaciuto, eccome se mi è piaciuto! Complimenti all’Isola delle Note, l’isola che… invece c’è.

Servizio di Simona Giudici

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese