Home Cronaca

Istruttoria Corte dei Conti nei confronti di Arese

22 maggio 2013 – “In merito all’articolo pubblicato da un giornale locale sulle indagini svolte dalla Corte dei Conti nel nostro Comune, il Commissario straordinario, Anna Pavone, è intervenuta per chiarire alcuni aspetti fondamentali riguardanti i contenuti dello stesso”. Inizia così un comunicato, pubblicato sul sito del Comune di Arese, che conferma l’avvio di un’istruttoria nei confronti del Comune stesso. Anna Pavone minimizza comunque il fatto, inquadrandolo in un contesto di routine e non legato a un fatto specifico o a un esposto presentato da qualcuno: “Si vuole precisare, in primo luogo – dice il commissario – che l’istruttoria che la Corte dei Conti – Sezione Regionale di Controllo per la Lombardia – ha avviato nei confronti del Comune di Arese rappresenta un’attività di verifica del tutto ordinaria, svolta periodicamente dalla stessa Corte, nei confronti di tutti gli Enti Locali della Regione. La stessa attività di controllo, proprio per il suo carattere ordinario, è svolta dalla Corte in modo autonomo e pertanto non a seguito di esposto o denuncia. Pertanto deve considerarsi del tutto improprio il riferimento a indagini nei confronti del Comune di Arese, riferimento che campeggiava a lettere cubitali sugli avvisi posti al di fuori delle edicole”.

L’amministrazione fa anche sapere che lo scorso 13 maggio il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti del Comune di Arese ha provveduto a trasmettere alla Corte dei Conti tutte le informazioni richieste. Nel suo comunicato il commissario sottolinea in più passaggi che il controllo esercitato dalle Sezioni regionali nei confronti degli Enti Locali ha natura collaborativa, e così conclude in merito alle modalità con le quali saranno resi noti i risultati dell’istruttoria avviata dalla Corte dei Conti: “La Sezione Regionale di Controllo – termina Anna Pavone – così come disposto dalla norma, riferirà sugli esiti delle verifiche, esclusivamente al consiglio comunale, quale unico destinatario delle relazioni delle Sezioni, e al quale spetta il giudizio definitivo sulla gestione dell’amministrazione, in virtù delle osservazioni e delle valutazioni contenute nella relazione della Sezione stessa. Anche quest’ultimo aspetto, disciplinato dalla norma di settore, evidenzia la natura collaborativa dell’intervento della Corte dei Conti, volto esclusivamente a salvaguardare la corretta gestione finanziaria dell’Ente”. L’amministrazione non ha comunque fornito indicazioni specifiche riguardo al merito delle richieste avanzate dalla Sezione Regionale di Controllo per la Lombardia.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.