Home Cronaca

La Coop di via Caduti consegna gratuitamente la spesa a casa agli over 65

24 marzo 2020 – La Cooperativa Agricola Edificatrice, titolare dello storico supermercato affiliato Coop di via Caduti, in questo periodo di grande difficoltà, soprattutto per le persone più anziane, ha messo a disposizione degli Over 65 che si trovassero nella condizione di essere impossibilitati a recarsi presso il supermercato o per contro proprio o tramite l’aiuto della rete famigliare, un servizio gratuito di consegna a domicilio della spesa. Un’iniziativa che si inserisce nel solco della centennale tradizione solidaristica delle cooperativa, che ha destinato risorse supplementari per poter offrire un servizio fondamentale per i più anziani e reso in maniera del tutto gratuita. Per poter effettuare le consegne, infatti, non solo è stato richiesto uno sforzo supplementare di presenza ai dipendenti del supermercato e dell’ufficio, ma sono anche stati temporaneamente assunti due ragazzi dedicati esclusivamente alla consegna a domicilio della spesa.

Malgrado gli sforzi di tutti, proprio per la grande richiesta di aiuto giunta dalla fascia più fragile dei nostri concittadini, e per potere organizzare al meglio il servizio, Coop ha ora reso note delle semplici regole alle quali è necessario attenersi al fine di avere la consegna gratuita a casa della spesa. “Per prenotare la spesa con consegna a casa – ci spiega Luca Nuvoli, vice-presidente del consiglio di amministrazione della cooperativa – abbiamo messo a disposizione un numero di telefono, lo 02 9380812, che per ragioni organizzative chiediamo venga chiamato esclusivamente nella fascia orario dalle 9.00 alle 12.00, dal lunedì al sabato. Le persone che hanno i requisiti per accedere al servizio potranno utilizzare il numero per dettare la propria lista della spesa, che successivamente sarà preparata dal personale del supermercato e consegnata al domicilio della persona che ne ha fatto richiesta”.

Nuvoli conclude sottolineando che “il servizio è gratuito e viene reso nel pieno rispetto dei protocolli sanitari previsti e dei diritti previsti per il personale dipendente, al quale va il nostro ringraziamento per la piena disponibilità data e per l’enorme lavoro svolto in queste difficili giornate”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese