Home Cronaca

La Misericordia piange Ivana Martinenghi

13 luglio 2012 – “E’ con grande dolore che mi trovo ad annunciare la scomparsa della Consorella Ivana Bristot Martinenghi, socia fondatrice della nostra Fraternita. Una malattia improvvisa alla quale non ha potuto rispondere con la solita forza e grinta l’ha riportata alla Casa del Padre”. E’ con queste parole che Rossano Carrisi, direttore generale della Misericordia, annuncia la scomparsa di colei che sino al giugno 1997 era stata presidente della Fondazione. “A lei – prosegue Carrisi – va il nostro ringraziamento per tutto quello che ha fatto ogni giorno per il sodalizio, con impegno, amore e la volontà di portare questa associazione al livello di eccellenza che passo dopo passo, anno dopo anno ha raggiunto. Nei primi anni di duro lavoro e di grandi difficoltà, la sua costante presenza ha dato quella spinta a tutti quei giovani che vivevano la Fraternita con la voglia di farla crescere e con lo spirito pionieristico che solo in quegli anni fu possibile vivere”.

Ivana Bristot Martinenghi è stata una pietra miliare nella storia di questa Associazione e di conseguenza della storia di Arese, e ha sempre garantito il suo supporto all’Associazione sia in termini economici che in termini di presenza morale; anche se la salute negli ultimi anni l’aveva provata nel fisico, ha sempre partecipato alle iniziative importanti della Fraternita, a tutte le assemblee dei soci, alle serate di aggiornamento e a quelle di aggregazione. Nell’ultima assemblea, vista la difficoltà nel reperire membri per la Commissione Verifica Poteri in vista delle imminenti elezioni di rinnovo della cariche associative, aveva dato la sua disponibilità ben sapendo il sacrificio che le sarebbe costato in termini di sforzo puramente fisico.

“Il Presidente Alessandro Giudici – racconta Carrisi – tramite l’assemblea propose la nomina di Ivana a Consorella Benemerita, quella che per il nostro Statuto è una riconoscenza simile al Presidente Onorario, ma lei con la sua grande voglia di partecipare ha preferito continuare a vestire il ruolo di semplice Consorella con tutte le implicazioni ed oneri che derivavano da questa condizione. La salutiamo con grande affetto, con il ricordo indelebile della sua presenza attiva, delle sue idee innovatrici, del suo amore viscerale per la Misericordia. Preghiamo per lei che si è unita a tutti gli altri Confratelli e Volontari che l’hanno conosciuta e apprezzata in vita e che l’hanno preceduta nel Regno dei Cieli. Grazie Ivana per tutto quello che hai fatto, non ti dimenticheremo mai”. Il funerale di Ivana Bristot Martinenghi si terrà domani mattina, 14 Luglio, alle ore 11,00 presso la Chiesa di San Bernardino di Valera.

Questo articolo può esser commentato sulla pagina Facebook del sito di QuiArese.