Home Cronaca

L’iniziativa “Spesa sospesa” si allarga dalla Coop anche agli altri supermercati aresini

4 aprile 2020 – In un giorno di tregua per la contabilità di Arese (un solo nuovo contagiato per un totale di 55 da quando l’epidemia è iniziata e, finalmente, un quarto guarito), la notizia è che la bella iniziativa “Spesa sospesa”, nata inizialmente presso la Coop di via dei Caduti, è stata estesa anche agli altri supermercati cittadini: Conad, Eurospin e Iper.

Per aiutare chi si trova in difficoltà, basta comprare qualche alimento in più e donarlo a chi è più provato dalla pandemia e non può provvedere autonomamente. I prodotti acquistati vanno inseriti nei carrelli identificati con la locandina dell’iniziativa. Il Comune e la Misericordia Arese si occuperanno del ritiro e della consegna alle famiglie in difficoltà.

Da lunedì dovrebbero poi essere rese note le modalità con cui il Comune metterà a disposizione i “buoni spesa”.

Ecco cosa ha scritto oggi il sindaco Michela Palestra sul sito del Comune:

Da quanto emerge dai dati resi noti da ATS, dall’inizio dell’emergenza sanitaria ad Arese siamo arrivati a 55 persone positive al Covid-19 (tra cui sei decessi e quattro guarigioni) dall’inizio dell’emergenza. Oggi questa nuova guarigione ci conforta, ma vi chiedo nuovamente di non abbassare la guardia. Non è il momento di cedere. Restiamo a casa e continuiamo a seguire le disposizioni e le prescrizioni previste.

Questa mattina è stata lanciata l’iniziativa SPESA SOSPESA per permettere a chi lo desidera di aiutare le famiglie più bisognose. Nei supermercati Conad, Coop, Eurospin e Iper di Arese sarà possibile acquistare generi alimentari e altri prodotti e inserirli nei carrelli per donarli a chi è più provato dalla pandemia e non può comprarli autonomamente.

Inoltre, per quanto riguarda i buoni spesa destinati alle famiglie in difficoltà, lunedì saremo in grado di fornire informazioni complete.

Ricordiamo che sono attivi diversi servizi di supporto:

  • per le persone con più di 65 anni, sole senza rete di parenti, con patologie, in quarantena o in isolamento o in grave difficoltà per le necessità primarie, è possibile chiamare il numero 379 1909759, tutti i giorni h24. A questo numero rispondono i volontari della Misericordia che raccolgono le richieste di supporto. Allo stesso numero 379 1909759 è anche possibile chiedere un sostegno psicologico.
  • per chi si sente disorientato e non sa come affrontare questi giorni di isolamento o semplicemente ha bisogno di chiacchierare con qualcuno, perché si sente solo, è possibile chiamare il numero 344 0488729, da lunedì a sabato dalle 10.00 alle 13.00.

In conclusione, l’invito è sempre di restare a casa e di adottare comportamenti intelligenti e responsabili.

Michela Palestra, Sindaco di Arese

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese