Home Cronaca

Nuova viabilità: due proposte integrative

16 ottobre 2013 – Sulla nostra pagina Facebook rimane molto acceso il dibattito sulla nuova viabilità aresina, con favorevoli e contrari che portano le rispettive ragioni e opinioni. Il nodo centrale è sempre quelle relativo all’asse Resegone-Sempione-Nuvolari, che diventerà tutto a doppia carreggiata e sul quale verranno realizzate sette nuove rotonde, che andranno a sostituire i semafori che ci sono ora. In estrema sintesi secondo l’amministrazione e i sostenitori di questa linea le rotonde, adeguatamente studiate e realizzate, diminuiscono la velocità delle auto e aumentano la sicurezza di pedoni e ciclisti, grazie anche alla realizzazione di dossi e di passaggi dedicati e rialzati rispetto alla sede stradale; le rotonde poi, rispetto ai semafori, avrebbero anche il vantaggio di rallentare la circolazione rendendo poco attrattivo l’asse per il traffico di attraversamento. I contrari al piano viabilità asseriscono, invece, che a tutelare maggiormente pedoni e ciclisti sono i semafori mentre una viabilità così realizzata favorisce il traffico di attraversamento della città da parte dei veicoli che transitano in Varesina.

Premesso che il finanziamento di 7,4 milioni di euro che Arese riceverà per il piano viabilità è vincolato alla realizzazione di opere su quell’asse e che non può essere utilizzato per modificare altre strade, esistono soluzioni di mitigazione che permettano di non perdere i soldi e contestualmente di realizzare una viabilità funzionale a chi ad Arese vive? Secondo l’amministrazione si, e sono gli interventi migliorativi al cosiddetto piano Pavone sui quali si lavorerà da qui a dicembre, alcuni dei quali sono stati illustrati alla cittadinanza nel corso di un’assemblea pubblica il mese scorso. Due proposte diverse arrivano, invece, da Alessandro Corniani e Massimiliano Seregni, che sul loro sito hanno illustrato alcuni interventi alternativi, che verranno poi proposti formalmente alla giunta: “In merito al traffico di attraversamento – dicono i due – abbiamo formulato una serie di proposte che partono da una considerazione: Arese è dei cittadini di Arese e occorre garantire la sicurezza dei pedoni, e anche dei diversamente abili come i non vedenti, e non pensare esclusivamente alla sicurezza dei veicoli. L’interesse primario è anche quello di evitare di favorire l’attraversamento di Arese da parte dei veicoli diretti e provenienti dal Centro commerciale e dall’area Expo. Per questa ragione avanziamo queste due proposte, che come sempre possono essere valutate e considerate liberamente”.

La prima proposta si Seregni e Corniani riguarda l’impianto semaforico in zona bar Apollo (leggi testo completo), per il quale si ipotizza di mantenere il semaforo ripensando e ridisegnando l’incrocio a misura di pedone. Sull’asse Resegone-Nuvolari-Gran Paradiso dovrebbero poi essere realizzati attraversamenti pedonali rialzati con impianto semaforico a chiamata e segnalazione sonora per i non vedenti. Questi semafori entrerebbero in funzione solo in presenza di pedoni o ciclisti e solo su apposita chiamata degli stessi e dovrebbero essere dotati di rilevatori automatici delle infrazioni commesse dagli automobilisti. La seconda proposta è più radicale, ed è finalizzata a limitare drasticamente il traffico dei non residenti (leggi testo completo). Nella pratica Seregni e Corniani propongono di restringere le carreggiate disponibili per il flusso di traffico leggero e pesante a una sola corsia o, in alternativa, se non fosse possibile modificare il Ptu e le corsie dovessero necessariamente essere due, di dedicare la corsia di destra esclusivamente alla circolazione di mezzi pubblici e auto elettriche, con un controllo tramite telecamere del traffico in transito. Altre ipotesi proposte sono l’istituzione di un divieto di accesso per il traffico pesante sull’asse Resegone-Sempione e la creazione sull’asse di una Ztl per soli residenti aresini dal venerdì sera al lunedì mattina, con controllo degli accessi via telecamere.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese