Nuova viabilità, si aprono i cantieri

    10 aprile 2015 – Si aprono i cantieri per i lavori che porteranno alla realizzazione della nuova viabilità cittadina. A darne notizia è il Comune, in particolare con un’ordinanza che disciplina la circolazione e la sosta delle auto fino al termine delle opere. La data ufficiale di apertura dei lavori, con la posa della segnaletica di cantiere, è fissata per il prossimo lunedì 13 aprile e, come a suo tempo anticipato, il primo cantiere stradale è previsto in viale Resegone. A questo seguiranno quelli di viale Sempione, viale Nuvolari e, infine, viale Gran Paradiso. Confermato anche il fatto che per tutta la durata dei lavori le strade non saranno chiuse al traffico veicolare, salvo eventuali brevi interruzioni. Il transito dei mezzi pubblici sarà comunque sempre consentito e, in linea di massima, le asfaltature saranno eseguite in orario notturno. Il piano predisposto dal Comune nell’ordinanza N. 25 del 7 aprile 2015 prevede inoltre una serie di deviazioni e limitazioni, divieti di sosta con rimozione forzata e divieti di transito in alcuni tratti stradali.

    Le prime limitazioni che verranno poste in essere riguarderanno il parcheggio di viale Nuvolari angolo piazza della Pace e il parcheggio a pettine di piazza della Pace nel tratto compreso tra viale Nuvolari e la Casa dell’acqua. In queste aree a partire da venerdì 17 aprile sarà in vigore un divieto si sosta con rimozione forzata, in quanto quello spazio sarà adibito alla realizzazione del deposito di cantiere. Già da mercoledì 15 però verrà istituito un divieto di transito in piazza della Pace, nel tratto compreso tra l’intersezione di viale Nuvolari e il limite esterno della Casa dell’acqua.

    L’appalto dei lavori è stato assegnato alla ditta Suardi Spa di Predore (Bg), che è stata individuata, conformemente a quanto previsto dall’Accordo di Programma per l’area ex Alfa, mediante una gara con procedura negoziata bandita dalla società Tea.

    © riproduzione riservata

    Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese