Home Cronaca

I numeri aggiornati: 59 contagi, 9 morti e tanta preoccupazione per la RSA Gallazzi-Vismara

6 aprile 2020 – Giornata pesante oggi ad Arese. La “contabilità” odierna fa segnare un numero di contagiati dall’inizio dell’epidemia che è arrivato a 59 persone, ma soprattutto tre nuovi decessi, per un totale di nove. Le guarigioni sono per fortuna salite a sette. QuiArese ha realizzato ieri un’intervista al sindaco, Michela Palestra, in cui sono stati affrontati molti argomenti, tra cui anche quello, fondamentale, dei comportamenti da tenere per provare a mettere un freno alla diffusione del virus. A questo indirizzo trovate la versione video, mentre a questo link abbiamo pubblicato la versione trascritta.

I numeri odierni vanno ad aggiungersi alla preoccupazione per la RSA Gallazzi-Vismara. Ieri sera, infatti, è stato comunicato che un paziente trasferito in ospedale è stato trovato positivo. “Oggi abbiamo ricevuto la notizia, dal direttore della nostra RSA – Gallazzi Vismara, che un ospite ricoverato in ospedale per patologie non collegate all’emergenza sanitaria è risultato positivo al tampone Covid-19,” ha scritto ieri Palestra. “Immediatamente sono stati ulteriormente rafforzati gli interventi che erano già in atto per prevenire la diffusione del virus e che ci hanno permesso di tutelare fino a oggi gli ospiti della casa di riposo. Vogliamo rassicurare le famiglie che ci stiamo prodigando per mettere in campo ogni azione a tutela degli ospiti e che comprendiamo l’ansia di sapere se i vostri cari sono al sicuro, in un momento anche di forzata separazione. Sappiate che vi siamo vicini e stiamo facendo tutto ciò che è nelle nostre capacità per proteggere ospiti e personale”.

Ecco invece il messaggio pubblicato dal sindaco oggi sul sito del Comune:

Da quanto emerge dai dati resi noti da ATS, dall’inizio dell’emergenza sanitaria ad Arese siamo arrivati a 59 persone positive al Covid 19 (tra cui 9 decessi e 7 guarigioni) dall’inizio dell’emergenza. Continuiamo a registrare un aumento dei contagi e, sebbene ci sia la notizia positiva di due nuove guarigioni, oggi hanno perso la battaglia contro questo terribile virus altre tre persone. Tre vite spezzate, dolore su dolore per le persone a loro vicine che non possono tenere la mano ai loro cari nell’ultimo saluto.

Esprimo il mio personale cordoglio e la vicinanza di tutta la Città di Arese. In questa situazione di massima emergenza, ringrazio tutti coloro che stanno rispettando le limitazioni previste restando in casa. Oggi questo è l’unico strumento efficace di contrasto e di contenimento alla diffusione del virus. La nostra coscienza civica è fondamentale: continuiamo ad adottare comportamenti responsabili e di buon senso, nel rispetto degli operatori sanitari, dei volontari, di coloro che lavorano nei servizi essenziali e in memoria di chi non ce l’ha fatta.

Ricordiamo che sono attivi diversi servizi di supporto:

  • per le persone con più di 65 anni, sole senza rete di parenti, con patologie, in quarantena o in isolamento o in grave difficoltà per le necessità primarie, è possibile chiamare il numero 379 1909759, tutti i giorni h24. A questo numero rispondono i volontari della Misericordia che raccolgono le richieste di supporto. Allo stesso numero 379 1909759 è anche possibile chiedere un sostegno psicologico.
  • per chi si sente disorientato e non sa come affrontare questi giorni di isolamento o semplicemente ha bisogno di chiacchierare con qualcuno, perché si sente solo, è possibile chiamare il numero 344 0488729, da lunedì a sabato dalle 10.00 alle 13.00.

Michela Palestra, Sindaco di Arese

© riproduzione riservata – Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese