Home Cronaca

Passaparola annuncia fase IV dell’iniziativa

15 gennaio 2014 – Passaparola annuncia l’avvio di quella che definisce la Fase IV della propria iniziativa, con la distribuzione di un nuovo volantino che si concentra su come verrà modificata la viabilità nella zona di via Nuvolari, dove allo stato attuale il progetto prevederebbe l’installazione di uno spartitraffico a separare le due carreggiate per senso di marcia che vi verranno realizzate. “Apprendiamo con piacere – dicono dal gruppo – che l’assurdità di creare una strada all’interno della zona verde tra via Nuvolari e le scuole di via Varzi, in seguito anche alle critiche della cittadinanza, é stata accantonata dall’amministrazione Palestra. Contestiamo però il fatto che la rinuncia a quella modifica debba avere come conseguenza l’impossibilità di svolta a sinistra per tutti gli automobilisti che percorrono via Nuvolari. Tale impossibilità e il conseguente giro che dovrà fare chi deve svoltare a sinistra, infatti, deriva dalla scelta di questa amministrazione di creare uno spartitraffico centrale continuo, che non rappresenta affatto una necessità, se non quella di rendere quel tratto una strada a scorrimento veloce, una strada realizzata per chi deve attraversare Arese e non per chi ci vive”.

Passaparola contesta, oltre allo spartitraffico, anche il raddoppio di carreggiata: “Le corsie – spiegano dal gruppo – secondo il progetto della giunta Palestra saranno trasformate in due per senso di marcia e separate da uno spartitraffico su tutto il percorso di attraversamento di viale Resegone, viale Sempione, via Gran Paradiso e viale Nuvolari. Il motivo è indicato nel progetto: fluidificare il traffico di attraversamento e assorbire quello che era atteso sulla tangenzialina. Del resto un veicolo per svoltare a sinistra deve necessariamente attraversare il percorso dei veicoli provenienti dal senso opposto e questo crea rallentamenti. Chi abita e passa per viale Nuvolari è pienamente consapevole che a un certo punto, dopo via dei Tigli, la strada si restringe e, tramite uno spartitraffico, le corsie si riducono a una per senso di marcia. Pertanto, chi sostiene che le corsie di via Nuvolari attualmente sono due, o una e tre quarti!, e separate da uno spartitraffico sostiene una cosa non corrispondente alla realtà”.

Passaparola, oltre alla critica, propone anche una sua soluzione per quel tratto di viabilità: “Diversamente da quanto sostiene l’amministrazione, e senza la realizzazione di quell’inutile spartitraffico che in corrispondenza degli attraversamenti sarà di un metro e mezzo, si potrebbe creare su viale Nuvolari una strada a singola corsia per senso di marcia, Che avrebbe i seguenti vantaggi: consentirebbe le svolte a sinistra evitando di costringere gli aresini a lunghi giri dell’oca; permetterebbe di ridurre le dimensioni della rotonda con viale dei Platani, con la possibilità di creare i marciapiedi incredibilmente dimenticati nei progetti presentati; offrirebbe maggiore spazio per le piste ciclabili, per i parcheggi, anche a servizio delle vicine scuole, e per i marciapiedi; diminuirebbe i costi di manutenzione della strada, in quanto due corsie per un totale di sei metri di asfalto sparirebbero; il traffico non si riverserebbe su via Varzi e su via don Minzoni, zone frequentate dai bambini e ragazzi del Geis e del complesso scolastico pubblico, cosa che probabilmente, invece, accadrebbe per aggirare l’assurdo giro dell’oca al quale costringe questa viabilità”.

Contestualmente alla distribuzione del nuovo volantino, il gruppo ha poi annunciato l’apertura del Passaparola Center in via Gramsci 18, dove sabato prossimo dalle ore 10,00 rappresentanti del gruppo saranno a disposizione dei cittadini per spiegare il loro punto di vista sulla nuova viabilità aresina.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese