Home Cronaca

Pavone: “Già rientrati in possesso del Csda”

15 ottobre 2012 – In merito alla vicenda della chiusura del Centro Sportivo Davide Ancilotto e alle successive azioni intraprese dall’amministrazione comunale, interviene il commissario prefettizio Anna Pavone, che commenta, soprattutto, una richiesta emersa dal direttivo del Pd dello scorso lunedì 8 ottobre. “In riferimento alle dichiarazoni pubblicate su QuiArese in data 11 ottobre 2012 – spiega Anna Pavone – presumibilmente rilasciate in occasione del direttivo Pd tenutosi in data 8 ottobre, vorrei precisare che già dal 4 ottobre, la Polizia Locale, in attuazione dell’ordinanza di inagibilità e sgombero n. 46 del 27 giugno 2012, ha proceduto alla reimmissione del Comune di Arese nel possesso dell’intero compendio immobiliare del Centro sportivo Davide Ancilotto, nonché alla messa in sicurezza provvisoria mediante la chiusura di tutti gli accessi degli edifici e delle infrastrutture sopra richiamate”.

Il commissario ricostruisce quindi la linea temporale degli interventi: “Questa notizia – dice la Pavone – è stata pubblicata anche sul sito istituzionale del Comune in data 5 ottobre (e lo stesso giorno anche su QuiArese ndr – clicca qui), e quindi in data anteriore alla dichiarazione del neosegretario del Pd, che auspicava ‘l’azione possessoria’, quando questa in realtà era già avvenuta. La nostra precisazione ha il solo scopo di chiarire a tutti i cittadini che il Comune di Arese è rientrato nel pieno possesso del Centro sportivo e che l’azione possessoria in sede giudiziaria non è più necessaria in quanto superata dall’attuale situazione di fatto”.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.