Home Cronaca

PE4 e Valore Reale rinunciano a sospensiva

20 maggio 2013 – Non ci sarà la sospensiva ai lavori per la realizzazione del nuovo centro commerciale nell’area ex Alfa, un provvedimento che era stato richiesto da PE4 Srl e Valore Reale contestualmente alla presentazione del loro ricorso al Tar contro la concessione delle licenze commerciali, rilasciate dai Comuni di Arese e Lainate, alla nuova struttura di vendita (leggi qui). E questo non perché il Tribunale Amministrativo si sia espresso nel merito della richiesta rigettandola, ma perché sono stati gli stessi ricorrenti a rinunciare, come si legge nel dispositivo della sentenza, “all’istanza cautelare”. In pratica PE4 e Valore Reale, pur confermando il ricorso, hanno rinunciato a chiedere la sospensione dei lavori. A questo punto, decadute le ragioni di urgenza legate alla richiesta di sospensiva, il Tar discuterà il ricorso secondo quelli che sono i suoi tempi standard, ed è più che probabile che prima di arrivare ad avere una sentenza passeranno alcuni anni.

Sulle ragioni che hanno indotto PE4 Srl e Valore Reale a rinunciare all’istanza cautelare si possono solo fare ipotesi, visto che non risulta siano state date spiegazioni ufficiali alla scelta. A questo punto, dunque, i lavori nell’area ex Alfa non sono più condizionati da richieste di sospensiva, mentre rimangono comunque aperti, oltre a quello di PE4 e Valore Reale, i ricorsi al Tar di Fiat Partecipazioni, Rottami Metalli e Remil Real Estate, che seguiranno il normale iter processuale.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.