Home Cronaca

PM10 quattro volte maggiore del limite

19 gennaio 2012 – Su esplicita richiesta di alcuni lettori, da oggi riprendiamo a pubblicare settimanalmente i dati relativi all’inquinamento dell’aria ad Arese, riportando i valori di PM10, biossido di azoto e ozono rilevati nei dieci giorni precedenti dalla centralina posta in via Matteotti. Come si può notare dal grafico relativo al PM10, a poco è servita la strana “nevicata” di martedì scorso (in realtà si trattava di un fenomeno fisico piuttosto raro, dove particelle sospese nell’aria, a causa della bassa temperatura e dell’elevata umidità, si sono aggregate in forma cristallina precipitando al suolo) visto che il livello del PM10 è rimasto, per il nono giorno consecutivo, ben al di sopra del valore limite di 50 µg/m3, addirittura compiendo, nella giornata di ieri, un balzo impressionante che lo ha portato a 222 µg/m3. Rimane, invece, costantemente al di sotto del valore limite sia la concentrazione di biossido di azoto che quella di ozono.

La fonte dei dati è l’ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente) che, attiva dal primo dicembre 1999, è un ente di diritto pubblico dotato di autonomia amministrativa, organizzativa e contabile che svolge attività e servizi volti a supportare le scelte di politica ambientale della Regione Lombardia, delle Province, dei Comuni, delle Comunità montane, delle Asl e di altri enti pubblici in territorio regionale.