Home Cronaca

Premio Isimbardi ad associazione aresina

01 Luglio 2013 – Giovedì 27 luglio a Milano, presso Palazzo Isimbardi, si è tenuta la consegna dell’omonimo premio che dal 1953, durante la Giornata della Riconoscenza, è attribuito dalla Provincia a enti o associazioni che agiscono sul territorio milanese che si sono particolarmente distinte per iniziative e progetti in ambito culturale, sociale, artistico, economico o sportivo. Quest’anno a essere premiata al termine di questa celebrazione è stata anche un’associazione aresina, Maisha Marefu (in swahili lunga vita), un gruppo formato da 13 donne che coinvolge non solo professioniste specializzate come medici ed insegnanti ma anche semplici casalinghe che dal 2010. L’associazione lavora all’interno della Smom Onlus (Solidarietà Medico Odontoiatrica nel Mondo) e opera in Africa per fornire supporto e assistenza economica ai bambini e alle mamme che vivono nei villaggi delle zone più povere e isolate del continente. Le volontarie seguono personalmente ogni singolo progetto, valutandone la possibile e fattibile realizzazione e questa loro completa dedizione, nel corso degli anni, ha portato alla costruzione di molteplici strutture come numerose scuole, pozzi, cisterne per l’acqua potabile, un ambulatorio medico e uno polifunzionale dotato di nursery.

Il premio è stato assegnato alla presenza del presidente della Provincia, Guido Podestà, del sindaco di Arese, Michela Palestra, e dell’sssessore Roberta Tellini, mentre il premio è stato ritirato da Cristina Cappelletti, presidente di Maisha Marefu. “L’associazione – ha dichiarato il sindaco Michela Palestra – è nata grazie all’impegno di tre dottoresse, Cristina Cappelletti, Agnese Robustellini e Rossella Ventricelli, con un sogno in mente, quello di assicurare cure sanitarie ai bambini e alle loro madri nei villaggi remoti dell’Africa. Il fatto che l’associazione sia stata insignita di questo importante riconoscimento dimostra che, sebbene la strada sia lunga, molti progetti sono stati realizzati e che questo sogno può continuare, con il sostegno e il contributo di tutti. Per il nostro Comune è motivo di orgoglio poter ospitare le tante associazioni di volontariato presenti, a dimostrazione che, nonostante i problemi di ognuno, c’è sempre molta attenzione verso le altre persone”. Per maggiori informazioni sulle attività di Maisha Marefu Onlus è possibile consultare il sito Internet dell’associazione (clicca qui).

Servizio di Marzia Marraudino

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese