Home Cronaca

Progetto #Oltreiperimetri: storie di cittadini oltre la crisi

14 novembre 2018 – Questa sera, alle ore 20.45, al Centro Civico, si svolgerà una serata in cui saranno protagoniste le storie di chi ha vissuto in prima persona l’esperienza del Progetto #Oltreiperimetri, finanziato per tre anni da Fondazione Cariplo. Protagonisti della serata saranno appunto alcuni cittadini che hanno frequentato gli #Op Cafè, e che con Andrea Marchesi, pedagogista del Centro Studi Riccardo Massa, racconteranno la propria esperienza concreta.

Nella visione dell’amministrazione, gli #OP cafè rappresenteranno anche un sistema per fronteggiare il problema dell’abitare, per ripensare ai servizi che sostengono le politiche attive del lavoro, per offrire nuove strategie nell’affrontare i problemi finanziari e i carichi di cura delle famiglie.

Nel corso della serata, inoltre, Oliviero Motta, coordinatore di #Oltreiperiemtri racconterà come il progetto sia concretamente riuscito a generare nuovi legami e nuovo capitale sociale sul territorio e lo psicosociologo Gino Mazzoli illustrerà come funzionano i processi partecipativi nelle prospettive del nuovo welfare. Infine Alessandro Belotti, community manager di #OP presenterà le prospettive di lavoro nel territorio di Arese a partire da una delle novità rappresentata quest’anno dal progetto RICA: l’apertura del nuovo spazio #OP Arese, nel centro storico (via Caduti 53). L’inaugurazione dello spazio è prevista per il 23 novembre alle ore 18.00 e tutta la cittadinanza è invitata a partecipare per conoscere meglio le opportunità del progetto #OP ARESE.

Alla serata dunque interverranno il sindaco, Michela Palestra, e l’assessore alle Politiche Sociali, Veronica Cerea, proprio per illustrare il senso della scelta di destinare uno spazio comunale per radicare e sviluppare ulteriormente il progetto ad Arese. “Riteniamo importante – spiega il sindaco – offrire ai nostri cittadini sostegno nelle scelte dell’abitare, grazie all’apertura all’interno dello spazio #OP Arese di un punto dell’Agenzia dell’Abitare, nell’assistenza familiare con il servizio Job Family e per affrontare la ricerca del lavoro e una gestione sostenibile delle risorse economiche familiari (educazione finanziaria) attraverso l’attivazione di percorsi individuali e/o di gruppo”.

“Lo spazio – aggiunge Cerea – diventerà anche un punto di riferimento per tutti i cittadini che vorranno, mettendosi insieme, sviluppare progetti a favore della comunità, accompagnati da operatori esperti, come sta già avvenendo per la partecipazione al bando Operazione Comunità. Progetti che si potranno sviluppare poi nei diversi luoghi di aggregazione e di incontro presenti ad Arese, nel  Centro Civico in primis, ma non solo”.

“Il progetto #Oltreiperimetri – spiegano dall’amministrazione – passerà ora il testimone a RICA, progetto di rigenerazione urbana promosso da Città Metropolitana, per continuare a tracciare la via di un welfare di comunità, nel quale si torna a scoprire che dai problemi si può solo uscirne insieme ad altri. Oggi #Oltreiperimetri lascia in eredità nuovi generatori di energia sociale, spazi ad alta intensità relazionale come gli #OpCafè, luoghi collocati in alcuni comuni del rhodense (Rho, Lainate Settimo Milanese e Pregnana Lainate), rigenerati dalle persone che si sono rese protagoniste nel trasformare la propria condizione di vulnerabilità e affaticamento in una presenza consapevole e capace di generare nuove risposte, in modo partecipato e condiviso”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese