Home Cronaca

“Con TNT servizio migliore e risparmio”

19 settembre 2011 – Nella lettera inviataci qualche giorno fa da un nostro lettore (leggi qui) si lamentava il fatto che il Comune di Arese per l’invio delle raccomandate si appoggiasse a TNT Post e di come questa scelta comportasse una serie di disagi per i cittadini destinatari delle raccomandate stesse. Abbiamo affrontato l’argomento con il dottor Antonio Faranda (nella foto) che, tra le altre cose, è il responsabile dell’Ufficio Protocollo e che si è cortesemente prestato a rispondere alle nostre domande e a motivare la scelta di TNT Post in luogo di Poste Italiane per la gestione e l’invio delle lettere raccomandate. Come spiega Faranda, l’operazione ha prodotto un risparmio economico significativo per il Comune e che in alcuni casi il servizio ha probabilmente portato a dei benefici ad alcune categorie di cittadini. Rimane però il fatto che gli uffici di TNT Post sono chiusi al sabato e questo è certamente un disagio per chi lavora e non ha la possibilità di recarsi a ritirare la raccomandata durante la settimana e che la telefonata per fissare una nuova consegna non viene fatta su un numero verde ma su un numero a tariffazione speciale. A questo proposito il dottor Faranda ha garantito un suo intervento con TNT Post per valutare eventuali interventi in merito.

Dottor Faranda, ci può spiegare perché avete deciso di appoggiarvi a TNT Post?
La lettera pubblicata su QuiArese lascia intravedere una sostanziale leggerezza da parte dell’Amministrazione Comunale nell’assumere decisioni importanti. Ma non è così perché nello scegliere TNT Post abbiamo valutato attentamente i pro e i contro dell’operazione e a nostro parere oggi possiamo beneficiare di un servizio di distribuzione più efficiente e più rispondente alle necessità dell’utenza aresina. Oltre a questo abbiamo conseguito anche un risparmio economico non indifferente che risulta essere di circa 8.000 euro all’anno.

In che senso un servizio di distribuzione più efficiente?
Premetto che la raccomandata TNT Post ha la stessa valenza legale di quella gestita dal servizio nazionale, di conseguenza deve seguire precise regole di distribuzione. Il servizio di consegna delle raccomandate da parte della TNT Post, infatti, viene svolto attraverso il passaggio dell’operatore a domicilio e per ultimo, in caso di assenza, viene rilasciata un’apposita comunicazione di giacenza presso il luogo di deposito per trenta giorni. Da quel momento in poi l’utente può optare di fissare telefonicamente un appuntamento con il servizio TNT Post (la chiamata costa dieci centesimi al minuto) per la consegna a domicilio della raccomandata senza alcun onere o, in alternativa, recarsi personalmente presso il deposito per il ritiro. Questa modalità di consegna a domicilio su appuntamento è sicuramente migliorativa rispetto a Poste Italiane in quanto tiene conto delle persone anziane, dei disabili e di quanti per vari motivi non hanno la disponibilità di potersi recare presso l’ufficio postale negli orari stabiliti.

E’ però anche vero che, soprattutto chi lavora, in posta può sempre andare il sabato. Cosa che non è possibile con TNT Post i cui uffici sono aperti dal lunedì al venerdì.
E’ vero e quanto esplicitato nella lettera del signor Enrico Ferrari è stato immediatamente segnalato alla TNT, affinché comunque si adoperi per apportare soluzioni migliorative al servizio. Voglio anche segnalare che io sono a completa disposizione di quanti volessero contattarmi, che lo possono fare presso lo Sportello Anagrafe di via Caduti 4 oppure telefonicamente ai numeri 02-93527301, 02-93527308 e 02-93527300.