Home Cronaca

“La Pista” ospita una straordinaria asta di auto e moto storiche

21 maggio 2018 – Appuntamento imperdibile per i collezionisti e gli appassionati di auto e moto storiche, quello che è a calendario per mercoledì 23 maggio, presso “La Pista”, nell’area de Il Centro. Dove Aste Bolaffi venderà all’incanto auto e moto classiche. Il catalogo comprende anche pezzi pregiatissimi, come una Lancia Aurelia B24S Spider del 1955 (nella foto, valore stimato tra i 900 mila e gli 1,1 milioni di euro), reso celebre nel 1962 dalla pellicola “Il Sorpasso” del grande regista della commedia italiana, Dino Risi. Saranno anche battute all’asta una rara Isotta Fraschini 8B del 1931 carrozzata Landaulet Imperiale dalla Carrozzeria Castagna Milano (stima 700-900 mila euro), una Alfa Romeo 1900 Super Primavera del 1956 della carrozzeria Boano e molti altri modelli ancora.

In catalogo sono presenti, inoltre, alcuni rari lotti provenienti dal Fallimento Stile Bertone, tra cui le show car Alfa Romeo 8C Pandion 2010 (stima 250-350 mila euro) e Bertone Nuccio 2012 (stima 300-400 mila euro), entrambe motorizzate e marcianti. Fortemente attrattivi anche i motoveicoli da competizione, nella speciale sezione dedicata alle due ruote, con la presenza, tra le altre, di una Triumph Trident 750 “Koelliker” del 1972, di una Norton Manx del 1960 e di una AMF Harley Davidson 250 RA da Gran Premio del 1974.

“La scelta della location – spiegano da Il centro – si sposa perfettamente con il tema dell’iniziativa: l’iconica cornice del Circuito de La Pista di Arese, gestito da Aci Vallelunga, dove aveva sede la storica casa automobilistica Alfa Romeo, si presta perfettamente a dare continuità alla propria vocazione motoristica”.

L’asta si svolgerà mercoledì 23 maggio a partire dalle ore 15:30, presso La Pista di via Manuel Fangio, Lainate. I mezzi sono invece in esposizione da domenica 20 fino a aartedì 22 maggio 2018 (orario 10-19) e mercoledì 23 maggio, solo su appuntamento, dalle 10.00 alle 14.00.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese