Home Cronaca

“Ora c’è tempo per rivedere viabilità”

19 gennaio 2015 – Le recenti notizie riguardanti il centro commerciale che sta sorgendo sull’area ex Alfa, induco Passaparola a riprendere la parola. In parte per criticare l’operato dell’amministrazione, e in parte per rilanciare la richiesta di una revisione sostanziale del piano viabilità. “Finalmente – esordisce Passaparola – anche in merito alla data di apertura del centro commerciale abbiamo la conferma che probabilmente non sarà aperto nel 2015. Da mesi i cittadini che tornavano dai colloqui presso il Job Cafè di Lainate ci riferivano di questo slittamento, ma dal Comune non era mai giunta alcuna conferma o smentita ufficiale. Ovviamente questa decisione assunta dagli operatori privati del centro commerciale avrà un impatto positivo per la grande prova Expo, che a breve entrerà nel vivo con l’impatto di oltre 20 milioni di visitatori previsti e attesi per quell’evento globale. Un evento del quale tutti parlano come grande opportunità, senza tuttavia indicare nel dettaglio come e perché quella opportunità teorica, si intende coglierla realmente”.

Sul discorso Expo il comitato innesta poi il tema dei lavori per la viabilità che dovrebbero interessare Arese in concomitanza con l’esposizione: “In merito – sostiene Passaparola – viste le dichiarazioni e gli atti approvati dalla giunta in relazione ai lavori di viabilità di attraversamento, ci domandiamo se davvero il sindaco Palestra ha intenzione di cogliere l’occasione Expo per il nostro territorio aprendo nel cuore del nostro Comune, proprio in quel periodo strategico, il più grande cantiere stradale che si ricordi. Di certo non ci vuole grande fantasia per rendersi conto che ruspe, cavalletti, buche, meravigliosi alberi abbattuti, non sono un gran biglietto da visita per il nostro territorio, e difficilmente offrendo una siffatta immagine si sarà in grado di veicolare realmente qualche vantaggio sul nostro territorio. Le opportunità non cadono dal cielo, occorre coltivarle. Ovviamente, speriamo che il nostro sindaco ed il suo assessore riflettano finalmente anche su questo particolare e sugli effetti in termini di immagine, ritorno, attrazione e traffico di questa loro ulteriore assurda e incomprensibile decisione. Ricordiamo inoltre al sindaco che le nostre strade già dovranno subire gli effetti ‘devastanti’, per usare le parole usate proprio dal sindaco Palestra quando annunciava che si sarebbe opposta ai parcheggi Expo poi dalla stessa approvati senza chiedere nulla in cambio, degli 11 mila posti auto Expo. Pensare di cantierizzare Arese in quel periodo rappresenta, anche per questo, una pura e semplice follia”.

Alla luce della non imminente apertura del centro commerciale Passaparola conclude ribadendo la richiesta di rivedere il piano viabilità che la giunta ha approvato in via definitiva: “Visto il rinvio dell’apertura del centro commerciale – concludono dal comitato – possiamo anche ritenere che quella fretta e urgenza sbandierata per oltre un anno dall’assessore Ioli in merito all’approvazione del progetto di viabilità sia ormai tramontata definitivamente. E anche su questo punto, a rileggere i volantini diffusi dal sindaco e pagati da noi cittadini, le relative interviste degli assessori, viene da riflettere ancora una volta sull’attendibilità delle tesi di chi ci amministra. In ogni caso, questo rinvio suona a conferma ulteriore che si potrebbe ancora oggi usare il tempo che ci viene concesso per rivalutare ciò che nel frattempo è stato modificato in fretta e furia per cercare di rimediare in extremis al mancato ascolto della cittadinanza. Una cosa è certa, i soldi una volta spesi non ci saranno più e se sciupati perderemo tutti una storica occasione”.

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese