Home Cronaca

Recuperiamo un po’ di cronaca

02 marzo 2012 – Qualche lettore in settimana ci ha dato una tiratina d’orecchie perché dedichiamo poco spazio alle notizie di cronaca, facendo in particolare riferimento al grave incidente stradale occorso lo scorso sabato in viale Resegone. Recuperiamo quindi la notizia e la integriamo con altri due fatti accaduti negli ultimi giorni e dei quali si sono occupati i Carabinieri: la rapina alla farmacia comunale di via Vismara e un tentativo di furto di rame e altre oggetti alla piattaforma ecologica. Per qunto riguarda l’incidente, il botto si è verificato lo scorso sabato intorno alle tre del pomeriggio tra un auto condotta da un settantenne aresino e una moto guidata da un ragazzo di 24 anni sempre di Arese. L’automobilista stava uscendo dal parcheggio condominiale all’altezza di via Viola e non si è accorto della moto in arrivo. L’impatto tra i due mezzi è stato violento e per agevolare le operazioni di soccorso, alle quali hanno prtecipato anche i Vigili del Fuoco, la Polizia Locale ha provveduto a bloccare il transito veicolare in viale Resegone.

I soccorritori hanno provveduto a stabilizzare sul posto lo sfortunato motociclista in attesa dell’arrivo dell’elisoccorso. Il ragazzo è stato quindi portato all’ospedale milanese di Niguarda, dove i medici gli hanno riscontrato traumi alle gambe e ad altre parti del corpo. Secondo i sanitari di Niguarda le condizioni del motociclista sono ora in progressivo miglioramento e il paziente non si trova in stato di pericolo. Sul fronte Carabinieri sono invece due i fatti di cronaca recenti che hanno richiesto l’intervento dei militari della caserma di Arese. Il primo si è verificato un paio di settimane fa ed è stata la rapina alla farmacia comunale di via Vismara quando, un soggetto non ancora identificato, con il volto coperto da una sciarpa, è entrato e, pistola in pugno, ha sottratto i soldi presenti in cassa per un bottino di circa 700/800 euro. La rapina è avventa poco prima delle 19,30 quando nel negozio, oltre al personale della farmacia, era presente anche un cliente che è stato spintonato dal malvivente e minacciato con la pistola. I Carabinieri, che hanno acquisito i filmati delle telecamere di sicurezza, stanno seguendo una pista che li dovrebbe portare all’identificazione del ladro.

Quattro arresti sono invece stati eseguiti giovedì 23 in seguito a un tentativo di furto di rame alla piattaforma ecologica. “Quello dei furti di rame – dice il comandante della caserma di Arese Giulio Vindigni – purtroppo è un reato ricorrente. Proprio per questo stavamo tenendo sotto controllo gli obiettivi sensibili con dei servizi mirati”. Che, in questa occasione, hanno portato al fermo di due marocchini di 53 e 36 anni e di due bulgari di 40 anni che avevano appena sottratto dalla piattaforma ecologica una cinquantina di chili di rame più una serie di altri oggetti. I Carabinieri li hanno bloccati dopo che avevano caricato su un furgone parte della refurtiva e i quattro, dopo la convalida del fermo, sono stati tradotti nel carcere di San Vittore.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.