Home Cronaca

Sette borse di studio dal Centro… al Centro Salesiano

17 maggio 2018 – Il Centro ha messo a disposizione sette borse di studio destinate agli studenti più meritevoli del Centro Salesiano San Domenico Savio, con l’obiettivo di contribuire in modo concreto ed aiutare la comunità locale, in particolare i giovani in situazioni di disagio sociale e familiare. La cerimonia di premiazione degli studenti selezionati è prevista per la giornata di oggi, alla presenza della dirigenza scolastica e della direzione de Il Centro, nel corso della tradizionale serata di incontro con l’imprenditoria locale, annualmente organizzata dai salesiani.

Questi i ragazzi che si sono aggiudicati le sette borse di studio:Ionut Daniel Butnariu (percorso formativo Operatore della Ristorazione), Chistian Mattarozzi (Riparazione Autoveicoli), Mirko Mirarchi (Legno), Gaia Piccolo (Grafico), Emanuele Pilone (Agricolo), Emiliano Rovelli (Elettrico) e Davide Tedeschi Meccanico).

“Siamo orgogliosi – ha commentato Cesare Pozzini, direttore de Il Centro – di interagire attivamente con quella che è la vita del territorio, soprattutto quando scopriamo da vicino realtà come quelle del Centro Salesiano S. Domenico Savio. E’ stato un percorso lungo e siamo felici del risultato raggiunto, la soddisfazione più bella è quella di vedere il sorriso sul volto di questi ragazzi che affrontano la vita con grande coraggio”.

Questo invece il commento di don Sandro Ticozzi, direttore Centro Salesiano: “Incontrare le realtà imprenditoriali del territorio – dice – e, in particolare, la presenza ieri sera de Il Centro, ha rappresentato per noi un’importante occasione di consolidamento delle reciproche relazioni e di ringraziamento perché ci aiuta a condurre i nostri ragazzi lungo il fondamentale percorso di autostima e generare possibilità di inserimento nella comunità”.

L’istituto Salesiano è ad Arese sin dal 1955, voluto dall’allora Arcivescovo di Milano, Montini, futuro Papa Paolo VI, pensando ad un centro di rieducazione dell’associazione nazionale Beccaria. Tutt’ora la scuola si occupa dei giovani con una particolare attenzione verso i ragazzi adolescenti del territorio che, in situazione di difficoltà, di disagio scolastico o familiare vengono affidati ai servizi sociali per essere aiutati. Gli interventi di sostegno prevedono delle vere e proprie comunità educative anche residenziali, sono previsti dei percorsi triennali di formazione professionale per i ragazzi più grandi e sostegno per i più piccoli che frequentano la scuola media statale di Arese con cui si è stabilita una solida collaborazione.

Questa è solo una delle attività dell’istituto infatti esso si occupa anche di formazione professionale, aperta a tutti, attraverso corsi accreditati presso la Regione Lombardia con la frequenza di oltre 700 allievi impegnati in sette settori professionali differenti: operatore elettrico, meccanico, del legno, agricolo, grafico, della ristorazione e riparazione autoveicoli. Ogni settore è dotato di specifiche attrezzature e laboratori tecnici.

Un’altra importante attività riguarda l’ambito psicopedagogico e di orientamento. Infatti vengono offerte consulenze per orientamento scolastico/professionale sia alle scuole che alle associazioni, enti, parrocchie e privati, per accompagnare le scelte scolastiche o per aiutare i ragazzi accolti nelle comunità per minori del centro stesso. Molte sono le scuole del territorio di Arese e dintorni che si avvalgono di queste collaborazioni, in particolare per guidare gli studenti della scuola secondaria di primo grado nella scelta dell’istruzione superiore.

Servizio di Ilaria Spina

© riproduzione riservata

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese