Home Cronaca

Si assegna anche la piscina di viale Varzi

09 luglio 2013 – Assegnato il Centro Sportivo Davide Ancilotto il Comune si appresta a fare altrettanto con la piscina di viale Varzi, che verrà affidata in gestione al vincitore della gara informale per il quinquennio che va dal 1 settembre 2013 al 31 agosto 2018. E’ di questi giorni, infatti, la notizia della nomina della commissione che giudicherà le offerte pervenute per la concessione del servizio, della quale faranno parte la responsabile di Area Demografica, Culturale, Sportiva e Tempo Libero Rossella Paganini, che sarà anche presidente della commissione, la Responsabile di Area Finanziaria e Programmazione Maria Teresa Faldetta e il Responsabile Area Affari Generali, Personale e Organizzazione Carlo Ceriani. Il bando di assegnazione della piscina, che aveva come termine ultimo per la presentazione delle offerte il 24 giugno, era stato emesso a suo tempo dal commissario prefettizio Anna Pavone, che ne specificava i criteri nella delibera numero 84 dell’11 aprile.

Come per il Csda anche il bando per l’impianto di viale Varzi prevedeva una gara informale, aderendo alla quale i partecipanti si impegnavano, a fronte di una base d’asta fissata in un canone annuo in 19.600 euro, a svolgere il servizio di gestione, garantendo anche la manutenzione ordinaria della piscina. Il canone compende anche il costo delle utenze, che verranno pagate dal Comune in quanto la piscina non dispone di contatori propri ma è allacciata a quelli della scuola. Tra gli altri impegni che dovrà assumersi chi otterrà la concessione per la gestione della piscina ci sono l’obbligo di concederla in uso, in orario scolastico, agli istituti aresini che ne facessero richiesta, la messa a disposizione dell’impianto e del personale necessario a tariffe agevolate per la realizzazione dei campi estivi comunali, la possibilità di usufruire di tariffe agevolate anche per le associazioni senza fini di lucro iscritte all’Albo Comunale, per i giovani, per le persone diversamente abili e per gli over 65 residenti ad Arese e l’obbligo di riservare in via prioritaria gli spazi alle associazioni sportive aresine a tariffe agevolate da concordare con l’amministrazione.

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.