Home Cronaca

Si torna a parlare di elettrosmog ad Arese

18 ottobre 2012 – L’argomento dell’elettrosmog ad Arese era già stato affrontato nella video-inchiesta realizzata da Alessandro Corniani e Massimiliano Seregni poco più di un mese fa (vedi qui). Dell’inquinamento elettromagnetico si tornerà ora a parlare, il prossimo giovedì 25 ottobre alle ore 21,00 presso il Forum delle Associazioni di Viale Resegone 6, in un convegno promosso dall’associazione InFormazione InMovimento Arese e dall’Associazione Italiana Elettrosensibili che, nel corso della serata, affronteranno l’argomento degli effetti dannosi dell’inquinamento elettromagnetico sulla salute, soprattutto quella dei bambini che sono i soggetti più a rischio. “Arese – spiega Tiziana Fabro, responsabile di InFormazione InMovimento Arese – è attraversata da due mega elettrodotti da 380Kv che passano sopra e di fianco alle abitazioni. Oltre ai danni alla salute, i tralicci causano un considerevole deprezzamento degli immobili vicini. Nel corso della serata verranno discusse, tra le altre cose, anche le diverse alternative possibili per togliere i tralicci da Arese, e verranno presentati i vari aspetti legislativi in materia”.

All’evento prenderanno parte nelle vesti di relatori Paolo Orio, medico dell’Associazione Italiana Elettrosensibili, che parlerà degli effetti biologici e sanitari a breve e lungo termine derivanti dall’esposizione ai campi elettromagnetici, Valeria Rossitto, avvocato, che esporrà gli aspetti legislativi che regolano la materia degli elettrodotti e Segio Crippa, coordinatore nazionale dell’Associazione Elettrosensibili, che affronterà il tema dei comportamenti di igiene elettrica in soggetti esposti alle basse frequenze. Sarà presente anche Alessandro Corniani che, partendo dalla sua video-inchiesta, presenterà i valori di elettromagnetismo rilevati ad Arese, offrendo un approfondimento sulla situazione della nostra città.

 

Questo articolo può essere commentato sulla pagina Facebook di QuiArese.